ESCLUSIVA ForzAzzurri – Alfonso Benevento (Kiss Kiss Italia): “Il Napoli può vincere lo scudetto”

   
   

alfonsoNel corso di ForzAzzurri, trasmissione ideata e condotta da Dario Catapano e in onda ogni venerdì sera su Tele Futura – canale 172 DGTV – e su Tele5 Napoli Channel, www.tele5napoli.it, è intervenuto Alfonso Benevento, noto conduttore della trasmissione “Il cielo è sempre più blu” in onda sulle frequenze di radio Kiss Kiss Italia. Ecco alcuni momenti dell’intervista.

La sconfitta di mercoledì contro l’Athletic Bilbao ha sentenziato l’uscita dalla Champions da parte del Napoli. Quali sono stati gli errori? Non mi riferisco solo a quelli tecnici, che sono stati molteplici, ma anche tattici e di approccio che gli azzurri hanno commesso in entrambe le gare.

È mancato tutto, è mancato l’approccio, fondamentalmente è mancata la voglia di passare il turno. L’Athletic Bilbao mancava dalla Champions da sedici anni, sono scesi in campo con più intensità e grinta, con i cosiddetti occhi di tigre. Il Napoli probabilmente era indietro anche atleticamente ma è sceso in campo molle non solo nelle gambe ma anche nella testa, hanno giocato senza grinta. E’ mancato tecnicamente a centrocampo e, come ben si conosce, il Napoli ha proprio lì una mancanza e il centrocampo è la zona di campo fondamentale per vincere le partite. L’eliminazione è stata un insieme di fattori negativi che hanno portato a un giusto risultato, un risultato senza appello per il Napoli in entrambe le partite.

Con il mancato ingresso in Champions, che comporterà una mancata pioggia di milioni, cambieranno inevitabilmente le strategie della società? A cosa può realmente puntare il Napoli per questa stagione? Si può puntare allo scudetto o bisogna tenere un profilo più basso?

Penso sia proficuo a questo punto della stagione puntare allo scudetto. I tifosi non devono esaltarsi troppo nei momenti positivi come non devono abbattersi nei momenti negativi, ma è risaputo che il popolo napoletano vive di questi alti e bassi. Il pallone è rotondo e il Napoli potrebbe ambire allo scudetto. Adesso si deve fare affidamento all’orgoglio del Presidente, è un vincente e potrebbe fare un sacrificio per mettere a segno quel colpo di mercato nonostante il mancato ingresso in Champions che sarebbe utile sia un’Europa League sia in campionato. Anche perché non penso che la Juventus riesca a mantenere il ritmo infernale dello scorso anno e la Roma perderà qualche giocatore importante in coda nel mercato e potrebbe inserirsi il Napoli. Certo l’eliminazione dalla Champions è una brutta mazzata, ma si doveva pensare prima.

Il modulo di Benitez che prevede i due centrocampisti centrali sia l’ideale per i giocatori del Napoli o sarebbe più indicato schierare un centrocampo a tre?

Credo che il centrocampo a tre sia il miglior centrocampo possibile, a prescindere dalla brutta prestazione di Bilbao. Bisogna porsi delle domande sul perché non è stato schierato Inler, sul perché è stato ceduto Behrami senza sostituirlo prontamente e sul perché si è fatto giocare titolare quel Gargano che lo scorso anno fu bocciato da Benitez. Perché non si è provveduto prima a prendere quel giocatore che poteva completare il centrocampo? Giocare con il terzo centrocampista servirebbe a fornire maggiore copertura per il tridente.

Chi è il vero leader della squadra sia in campo che nello spogliatoio? Al Napoli manca questo tipo di giocatore?

La Roma ha Totti, la Juve ha Pirlo, il Napoli non ha nessuno. Higuain è un giocatore aggressivo, che quando gioca vuole spaccare il mondo ma questa sua voglia gli fa prendere qualche ammonizione di troppo. Dopo Bilbao il Pipita lo vedo ancora più coinvolto nel progetto Napoli. Non dimentichiamoci poi che il Napoli lo scorso anno aveva un grande leader, Pepe Reina. Dopo il pari del Bilbao, le telecamere hanno inquadrato Benitez che in modo molto dimesso incitava la squadra, ma forse doveva farsi sentire di più per scuoterli.

Domenica inizierà il campionato e il Napoli si recherà a Genova, sponda rossoblù. Secondo te si faranno sentire ancora le scorie dell’eliminazione o pensi che gli azzurri riusciranno a metabolizzarla?

Non penso che lasci particolari effetti negativi. Il Napoli in questi anni ci ha abituato a giocare partite importanti anche dopo una cocente delusione, tipo l’eliminazione dello scorso anno dopo un meraviglioso girone. E’ una squadra matura che ha un grande allenatore, molto esperto in campo internazionale. Penso che gli strascichi si avvertiranno di più nei dirigenti, in chi poteva allestire una rosa migliore e non l’ha fatto.

Un pronostico per la partita Genoa – Napoli?

Sicuramente una partita da over, credo che finirà 3-1 per il Napoli.

Fabio Sorrentino

Iscriviti al canale Telegram di ForzAzzurri

   
 

About Fabio Sorrentino

Il Napoli è la mia unica fede