GdS: “Il Napoli che fu: quattro differenze con l’anno scorso racchiudono i dati della crisi”

La Gazzetta dello Sport in edicola stamane analizza le differenze del Napoli rispetto alla passata stagione

“Il Napoli che fu svapora in una notte di contraddizioni lampanti, discontinuità confermate e dunque risposte chiare: non è così che ci si avvicina alla Juve, che infatti resta a +8, non è così che si prova a mettere la freccia sulle concorrenti nella rincorsa”. Il quotidiano, inoltre, evidenzia i quattro elementi che stanno facendo la differenza rispetto all’anno scorso.

– Il fattore San Paolo, completamente svanito: solo una vittoria nelle ultime sei sfide casalinghe.

– Attacco sterile: 12 gol nelle ultime 10 partite rispetto alle 24 reti in 14 gare della passata stagione.

– Difensa da rivedere: il Napoli nelle ultime 12 gare solo due volte è uscito imbattuto e sono 6 le reti subite in più rispetto allo scorso campionato.

Ma soprattutto, chiude la rosea: “il Napoli che fu aveva altro ritmo, rapidità di esecuzione, imprevedibilità. Aveva ripartenze molto più letali, schemi realizzati con altra fluidità. E li rendeva tesoro”.