Gennaro Sardo:”Salernitana e i suoi tifosi pronti per la promozione in B”

   

GENNARO SARDO 778899Nella settima puntata, quella natalizia, della trasmissione sportiva“PROviamoci”, sono stati affrontati vari temi, dal bilancio delle prime diciotto giornate del campionato di Lega Pro alle vicende relative alle squadre campane del girone C. In studio sono stati presenti il difensore del Chievo Gennaro Sardo, il consulente di mercato Vito Giordano e l’amministratore delegato dell’Aversa Normanna Alfonso Cecere. In occasione delle feste natalizie ci sono stati anche gli auguri natalizi di Giuseppe Della Corte, ospite fisso della trasmissione e responsabile della scuola per portieri dell’Aversa Normanna “Solo Per Numeri Uno” che al campo Bisceglia di Aversa ha voluto festeggiare il Natale insieme ai calciatori Giuseppe Vives del Torino e Gennaro Sardo del Chievo Verona con le famiglie dei ragazzi della scuola calcio.

Gennaro Sardo, che si è formato calcisticamente in D e poi ha giocato in C nel Sant’Anastasia, è in forza al Chievo da circa sei anni, quindi si interessa prevalentemente di Serie A, ma con lui si è parlato anche della Lega Pro. Ha partecipato in verità alla festa del settore giovanile dell’Aversa Normanna come pure Giuseppe Vives del Torino, con il taglio della torta celebrativa allo stadio Bisceglia. “Sono partito dal basso – ricorda Sardo – Sono stato allenato al Sant’Anastasia da Maestripieri, e mi interesso tuttora della Lega Pro: appena posso vado a leggere i risultati. Alla Juve Stabia c’è Pancaro che io conosco, alla Casertana c’è Campilongo al quale auguro di continuare a fare bene, e seguo anche la Salernitana con la quale ho giocato, seguo il Lecce, il Benevento… Probabilmente il girone C si può considerare una Serie B2. Qualunque squadra campana dovesse andare in B, sarei contento. I tifosi della Salernitana secondo me sono unici e possono trascinare la squadra alla promozione: per un giocatore sentire tutto quel sostegno è importantissimo per la fiducia. Quindi, auguro a queste squadre di poter ottenere la promozione in B”.

Per Vito Giordano, che conosce abbastanza bene la Lega Pro, la partita Casertana-Salernitana è molto importante per gli sviluppi del campionato. “Sono contento che la Salernitana stia facendo bene e sia al primo posto, perché sono salernitano. Però anche la Casertana è una squadra ben costruita, come la Juve Stabia per la quale ho fatto il direttore sportivo in passato. Credo che la Salernitana abbia una corazzata, ma nel girone di ritorno bisognerà giocare con grande intensità e concentrazione. Sull’Aversa Normanna dico che sono molto contento che abbia vinto: sono legato a mister Marra, e credo che con qualche intervento sul mercato la squadra potrà lottare per la salvezza, dovrà farlo per la società e per la città”. Il suo futuro? “Io mi sto avvicinando all’età pensionabile, però mi piacerebbe rientrare attivamente nel calcio – ammette Giordano – Il regolamento dice che per fare il ds in Lega Pro ci vuole il patentino, e spero di poterlo conseguire, perché dopo la pensione vorrei farlo. Colgo l’occasione per fare i miei sentiti auguri ai tifosi, per un 2015 che sia ricco di soddisfazioni”.

In casa Aversa Normanna la fiducia è risalita dopo la prima vittoria in campionato, e l’amministratore unico Dott. Alfonso Cecere torna sulla vittoria ottenuta dai granata con la Lupa Roma. “L’aver vinto ci darà coraggio, ci darà più voglia e più possibilità anche di prendere qualche giocatore importante. È nostra ferma volontà quella di salvare la categoria”. Il calendario dice che gli aversani riprenderanno lunedì 5 gennaio a Matera: “A questo proposito – spiega Cecere – Abbiamo già fatto richiesta alla Lega Pro di giocare il 6, perché così potremmo avere qualche giorno per poter fare il calciomercato e, in caso di ingaggio di qualche calciatore, di poterlo utilizzare in campo da subito. Speriamo ci sia un accoglimento della nostra istanza. Comunque auguro ai tifosi aversani un buon Natale e un felice anno nuovo, speriamo che il 2015 possa regalarci delle belle soddisfazioni. Abbiamo anche bisogno dei nostri tifosi, quindi spero non ci abbandonino”.

Ospite gradita è anche il portiere della Lazio Femminile Sabrina Radu, rumena, che ha giocato in Nazionale e attualmente milita nella Serie B del calcio femminile. Lei mostra di seguire anche il calcio maschile però: “Io vivo a Salerno, mi farebbe piacere se la Salernitana salisse in Serie B, ma sarebbe bello se riuscissero a essere promosse più squadre campane possibili. Mi sento campana, quindi tifo un po’ tutte le squadre della regione”. Il suo campionato come sta andando? “Ci sono quattro squadre tra cui anche la nostra che possono lottare per la promozione nella categoria superiore, e noi stiamo facendo bene. Speriamo di raccogliere i frutti del nostro impegno”. Il suo futuro? “Spero di tornare al più presto in Nazionale, ma già così sono contenta perché gioco in Serie B femminile, il che è un grande traguardo”. Ci può dire per quale squadra fa il tifo nel calcio maschile? “Sono tifosissima della Juventus, infatti ammiro Gigi Buffon, e mi dispiace che la Juve non sia riuscita a vincere la Supercoppa, però nel contempo sono contenta che il Napoli, squadra campana, abbia vinto”

Fonte: tuttolegapro