Gianluca Gaetano – Umiltà e giocate da top-player

   
   

Il quotidiano Il Roma, tramite le firma di Fabio Tarantino, pubblica un focus sul talento fatto in casa Gianluca Gaetano:

“Un treno all’alba, il cuore in mano, il ricordo vivo della prima volta. Lunedì dal sapore speciale quello vissuto da Gianluca Gaetano. Il talento del Napoli, classe 2000, fresco di debutto in prima squadra in occasione della sfida col Sassuolo, ha raggiunto la Primavera ieri mattina a Firenze per il posticipo della quattordicesima giornata di campionato. Ha viaggiato da solo in treno, è partito all’alba per arrivare puntuale, ha rispettato gli accordi dopo la prima convocazione tra i big. Inizialmente in panchina, Gaetano è subentrato ad inizio ripresa (sul punteggio di 2-1 per la Fiorentina), un tempo a sua disposizione dopo la manciata di minuti che gli aveva offerto Ancelotti in Coppa Italia. Dai ‘grandi’ ai ‘piccoli’, da un mondo all’altro, prospettive inedite per un futuro brillante.

DUE PARTITE. La Primavera perde 3-1, Gaetano non lascia il segno – un paio di tiri senza fortuna – ma è vittima di un secondo tempo opaco da parte di tutta la squadra che manca l’aggancio alla zona play-off. Si conclude così un weekend indimenticabile, per il talento azzurro. Ancelotti lo aveva convocato per gli ottavi di coppa, sul 2-0 lo ha fatto riscaldare e, al minuto 89, gli ha concesso vetrina al posto di Milik. Sei minuti in campo per il giovanissimo Gaetano, maglia numero 18 sulle spalle e due potenziali chance per pungere: un contropiede con Insigne che preferisce tirare, una palla recuperata con chiusura provvidenziale di un difensore. Avrà modo di rifarsi, Gaetano, che spera di poter aver presto una nuova opportunità e intanto si concentra sul presente. Sa bene che è appena all’inizio di un lungo percorso che lo condurrà, perché il talento è infinito, a diventare un giocatore importante. Servirà pazienza, impegno e tanti sacrifici, gli stessi che ha già fatto per arrivare dov’è adesso. 

CHI È GAETANO. Nativo di Cimitile, diciannove anni il prossimo 5 maggio, grande tecnica e visione di gioco, duttilità tattica e fiuto del gol, Gaetano è un centrocampista offensivo che, sin da piccolo, ha ricoperto diversi ruoli: mezzala, esterno offensivo, trequartista, seconda punta, attaccante. Ciò che conta è avere palla tra i piedi o procurarsela oltre la metà campo. Se ne parlava benissimo sin da piccolo, Gaetano ha confermato le previsioni sul suo conto e quest’anno, bissando l’ultima stagione, è già a quota dodici reti di cui cinque in Youth League. All’attivo due triplette, con Stella Rossa e Atalanta, in passato ha segnato anche da corner ed è amante dei gol belli e impossibili che riuscirebbero a pochi. Anche suo fratello Felice, classe ’96, è cresciuto nel settore giovanile del Napoli, poi diversi infortuni ne hanno frenato la carriera. Gianluca, testa sulle spalle e idee chiare, ce la sta mettendo tutta per realizzare il suo sogno.”

La pagina Facebook per seguire tutte le news del calcio in campania

   
 
Mario Scala

About Mario Scala

Sono nato a San Giorgio a Cremano(NA) il 19/11/1983. Ho frequentato l'ITIS Alessandro Volta e nel 2002 diventato perito informatico. Nel 2006 ho conseguito la laurea breve in "Scienze organizzative e gestionali ad indirizzo marittimo e navale". Risiedo attualmente in provincia di Massa Carrara. Fino a che avrò 36°C in corpo FORZA NAPOLI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *