I risultati delle altre campane dalla B alla LegaPro

   
squadre campane
   

I risultati delle squadre campane impegnate nei campionati di serie B e LegaPro

-SERIE B-

VERONA-SALERNITANA: nell’anticipo della 25^giornata di serie B, il Verona supera di misura una buona Salernitana e torna in corsa, addirittura per la promozione diretta. Con questi tre punti, i ragazzi di Grosso, infatti, si portano a soli quattro punti di distanza dalla vetta.

Il Verona sale a quota 39 punti in classifica, agganciando (temporaneamente) il Benevento e mandando un messaggio importante al campionato. Grosso che era stato messo in discussione, tanto da far avanzare ipotesi molto concrete di cambi in corso (Zeman in pole, subito dietro Serse Cosmi), è tornato saldo sulla panchina alla guida dei gialloblù.

Nel primo tempo il Verona inizia subito forte e al 10’ ha subito una buona occasione, con Bianchetti il cui colpo di testa sfiora la traversa. La risposta della Salernitana non si fa attendere e arriva cinque minuti dopo con Jallow: destro a giro che finisce di pochissimo fuori. Ancora l’attaccante gambiano della Salernitana è il più vivace dei suoi e, al 25’, si accentra al limite dell’area e calcia violento, ma Silvestri neutralizza. Il Verona si risveglia e sfiora il vantaggio al 38’, quando Pazzini aggancia e serve Gustafson che calcia di destro, ma Micai riesce a parare. Sul finire del primo tempo, Migliorini rischia un clamoroso autogol con un (inutile) colpo di tacco.

Nel secondo tempo il Verona ha un’ottima chance per passare in vantaggio, sempre con Gustafson, il cui destro basso, finisce di poco al lato. La Salernitana si rifà viva nella trequarti gialloblù e, al 53’minuto, Casasola colpisce di testa e Minala di pochissimo manca la deviazione del possibile vantaggio. Pochi minuti dopo, al 56’ minuto, arriva l’occasione più nitida di tutta la partita, e capita sempre sui piedi di Gustafson: questa volta lo svedese, calcia malissimo e spreca una ghiottissima palla-gol da ottima posizione. La partita sembra avere né vincitori né vinti, quando al 69’ Pazzini trova il tap-in vincente dopo un doppio rimpallo, portando in avanti il Verona col gol che ha deciso, di fatto, la partita. Nei minuti conclusivi della partita succede tanto poco quanto nulla, se non una doppia espulsione a Casasola ed Empereur.

I rimpianti del Verona per le ottime occasioni non sfruttate, sono durate poco più di un’ora di gioco, anzi un quarto d’ora considerando la nitida occasione di Gustafson da ottima posizione. Grosso rimane saldo sulla sua panchina e il Verona torna prepotentemente in corsa per la promozione; la Salernitana, a parte qualche lampo iniziale, ha prodotto poco o nulla per cui non ha motivi di rimpianto e recriminazione. Dopo un ottimo avvio di campionato, i granata stanno assestandosi tranquillamente al centro classifica.

FOGGIA-BENEVENTO: la partita tra Foggia e Benevento finisce in parità. Il risultato è figlio di una partita sostanzialmente equilibrata, i sanniti non sfruttano la superiorità numerica. I pugliesi, infatti, erano rimasti in 10 a causa dell’espulsione di Gerbo al primo minuto di recupero del primo tempo: il difensore rossonero aveva avuto un violentissimo gesto di reazione nei confronti di Volta.

Benevento che può sfruttare la superiorità numerica durante tutto il secondo tempo, nonostante riesca anche a sbloccare il risultato. Insigne crossa, Ingrosso interviene male e Coda insacca da due passi. Dopo 6 minuti Kragl direttamente su punizione, calcia violentemente sotto l’incrocio. Montipò non può nulla e i pugliesi pareggiano.

Gli uomini di Bucchi dopo la bella vittoria della scorsa giornata, rallentano un po’ la corsa verso la promozione, ma rimangono saldi al terzo posto in classifica. Pugliesi che hanno disputato, fin qui, una bellissima stagione, se non fosse stato per la penalizzazione iniziale.

-LEGA PRO-

JUVESTABIA-REGGINA: al Menti di Castellammare, arriva una nobile decaduta, la Reggina. La partita è abbastanza equilibrata, la vincono di misura, le vespe, grazie ad una rete di Germoni a 10 minuti dal termine della gara. Stabiesi che salgono a quota 61 punti e staccano il Trapani che sale a 55 punti, per il pareggio contro la Cavese.

PAGANESE-BISCEGLIE: lo scontro salvezza giocatosi allo stadio Marcello Torre di Pagani, finisce a reti inviolate. Azzurrostellati che non si riescono a smuovere dal penultimo posto in classifica.

VIBONESE-CASERTANA: la partita viene decisa negli ultimissimi minuti. Finisce in parità e la Casertana agguanta il pareggio in extremis. Al 71′ Camilleri porta in vantaggio la Vibonese, i campani recuperano il risultato soltanto al 93′ con una rete di Nicola Mancino.

TRAPANI-CAVESE: la partita giocata in Sicilia è stata ricca di colpi di scena. La Cavese passa in vantaggio con Tumbarello al 14′. Nel secondo tempo il Trapani ribalta il risultato: prima, al 62′, Tulli pareggia, al 76′ Taugourdeau realizza il rigore del vantaggio. All’85’ Bacchetti fissa il risultato finale sul 2-2

NELLOPAOLO PIGNALOSA

Iscriviti al canale Telegram di ForzAzzurri

   
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *