Il Napoli c’è… e la Cazzimma pure!

   
Le partite giocate contro il Bologna per me hanno sempre avuto un sapore particolare. Forse perchè sono ospite in questa città da 17 anni e, quindi, la sento come la mia seconda casa o, forse, perchè il Bologna, nei momenti particolari della nostra storia calcistica, ha sempre rappresentato una partita-chiave (nel bene e nel male). Comunque sia, ieri abbiamo vinto e io me la godo alla grande (non me ne vogliamo gli amici bolognesi)! Il risultato ha dimostrato che finalmente il Napoli come squadra ha fatto quel famoso passo in avanti, quello che conduce alla tanto agognata “via della Cazzimma”. Eh sì, “la cazzimma”, quella che abbiamo tanto invocato negli ultimi anni e che sembra stia venendo fuori ora, grazie al lavoro di mister Spalletti e di giocatori-simbolo che stanno creando la giusta alchimia sia sul rettangolo di gioco che all’interno dello spogliatoio.
La “cazzimma”, accezione tipicamente partenopea di cui gli altri popoli difficilmente potranno comprenderne l’essenza, proprio perchè l’espressione in sé è la sintesi della “cazzimma”! Spero sia chiara come spiegazione!
Il Napoli finalmente ha aggiunto al bel gioco e alla solidità dei bilanci anche questo fondamentale ingrediente senza il quale, purtroppo, non si vince nulla! Non dico che gli azzurri conquisteranno lo scudetto, per carità (scusate, ma in questo momento con la mano sinistra sto facendo i dovuti scongiuri), ma la strada sembra essere quella giusta per raggiungere almeno qualche traguardo interessante.
Ebbene, la partita contro il Bologna ci ha detto proprio questo: il Napoli c’è… e la cazzimma pure!
Partita messa subito sui binari giusti e poi 2 rigori che hanno fatto il resto. Risultato forse severo per i felsinei, ma giusto! Tre palloni a Skorupski e tutti a casa!
Il duello che si sta proponendo in campionato rievoca quello di fine anni ’80/inizi ’90, quando un certo Maradona dava battaglia alle ricche e potenti società del nord, in particolare alle milanesi. Ora Diego non c’è più, ma c’è questo gruppo di ragazzi che sta attuando al meglio le idee di un mister competente e preparato.
Sono romantico se mi rifaccio agli anni 80? Sono un nostalgico? Non lo so, può essere…! E non so nemmeno “se” e “fino a quando” durerà questo momento, ma fino ad allora, per favore, non mi cagate il ca…ehm… NON SVEGLIATEMI, fatemi sognare!
Dario Catapano

 

Dario Catapano

Laureato in giurisprudenza e giornalista dal Febbraio 2014. Nelle cose che faccio ci metto il cuore...e la faccia! Facebook: https://www.facebook.com/dario.catapano1 Twitter: @DarioCatapano

View all posts by Dario Catapano →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Installa la Web App di ForzAzzurri

Installa
×