Pubblicato il: 8 Settembre 2015 alle 12:00 pm

Il Roma – L’ennesimo saldo negativo non preoccupa De Laurentiis: Il Napoli sta “cambiando”

Il tempo del bilancio sempre in attivo è passato. Il Napoli di De Laurentiis anche per questa stagione dovrà fare i conti con un passivo: 18,5 milioni, stando ai conti “empirici” fatti analizzando il mercato estivo. Niente di grave, ma un segnale di come senza le plusvalenze che arrivano dalle cessioni e senza, naturalmente, i soldi della Champions, è difficile far crescere la società e ovviamente alzare il fatturato. Il “rosso” nel bilancio entrate-uscite non è un vero e proprio campanello d’allarme. Più che altro è un segnale di come sta cambiando il Napoli.

Il presidente avrebbe potuto evitare il “rosso” cedendo uno dei suoi pezzi pregiati: sono arrivate offerte milionarie per Mertens e Hamsik, entrambe rifiutate dalla società. Il Wolfsburg era disposto a pagare 30 milioni per l’attaccante belga, mentre la Juventus ne aveva pronti 25 per il centrocampista slovacco. In entrambi i casi De Laurentiis ha detto no, dimostrando di avere nervi saldi e la capacità di rimettersi in pari nel tempo. Questo, ovviamente, senza sacrificare il mercato in entrata: non sono state fatte follie, ma il Napoli senza cedere giocatori importanti (sono andati via Gargano, Inler e Vargas come cessioni “onerose”) ha speso 33 milioni di euro.

Il colpo Allan è l’acquisto più caro, con i suoi 11,5 milioni di euro e il cartellino di Britos, finito al Watford. 10,5 milioni sono stati spesi per l’accoppiata empolese Valdifiori- Hysaj, mentre altri 7 sono stati pagati per Chiriches, arrivato anch’esso a titolo definitivo. Infine 2 milioni di euro spesi per liberare Reina dal Bayern Monaco e i 250mila per prendere Chalobah in prestito secco e tentare la fortuna. Il discorso non è quanto si spende, ma come si spende. Il presidente azzurro era pronto a spenderne altri 12 per Soriano, ma l’operazione è saltata all’ultimo momento. Questo imprevisto ha impedito al passivo di salire ancora, e lascerà al Napoli qualche mese di riflessione sull’opportunità o meno di tornare sul centrocampista della Sampdoria.

Ma De Laurentiis aveva stanziato cifre importanti per prendere un giovane difensore: Rugani, Romagnoli e Maksimovic sarebbero costati tutti oltre i 15 milioni di euro. Addirittura i primi due sui 20 milioni. In quel caso l’investimento sul mercato sarebbe quasi raddoppiato, e anche in questo caso De Laurentiis non si sarebbe fatto intimorire dal passivo.

Fonte: Il Roma

Carmine Gallucci

Carmine Gallucci

360 gradi è l'angolazione minima con cui osservo il mondo. Twitter: @CarmineGallucci

View all posts by Carmine Gallucci →