Il Roma – Stella Rossa-Napoli, cinque cambi per Ancelotti: possibilità per Verdi

Finalmente  il Napoli di Ancelotti gioca in Europa e tutti sono vogliosi di sentire la famosa musichetta che tante volte ha emozionato. La squadra azzurra si presenta alle porte dell’Europa che conta con un allenatore che ha alzato tre volte la Coppa con le orecchie. Carletto ha festeggiato due volte con il Milan e l’ultima con il Real conquistando la decima. Esperienza da vendere, dunque, da parte del tecnico di Reggiolo. La sfida di questa sera contro la Stella Rossa nell’inferno dello stadio Marakanà di Belgrado non è per niente facile. Purtroppo si è capitati in un girone di fuoco dove proprio i serbi sono i più abbordabili visto che le altre due avversarie sono Paris Saint Germain e Liverpool. Sicuramente non sarà una passeggiata e quindi si dovrà dare il massimo dimostrando forza, qualità e soprattutto carattere. Lo stesso visto quando si è trattato di ribaltare le partite contro Lazio e Milan. Di sicuro nessuno vuole vedere lo scorso approccio con la Samp. Sarà fondamentale non prendere gol e soprattutto non perdere. Altrimenti sarebbe un bel guaio visto il calendario per niente favorevole.

LA FORMAZIONE. Come detto, ci vogliono gli uomini giusti al posto giusto che sanno lottare nonostante la spinta del pubblico serbo per la squadra di casa. Tra i pali dovrebbe tornare Ospina dopo essersi riposato con la Fiorentina. Il colombiano ha lasciato il posto a Karnezis che finalmente non ha subito gol. La difesa dovrebbe ricomporsi con Albiol al fianco di Koulibaly. Lo spagnolo si è riposato sabato scorso dopo l’esperienza con la Nazionale ma è pronto a blindare il reparto. Sulle ali c’è la conferma di Hysaj e Mario Rui. Poi magari uno di loro contro il Torino si accomoderà sulla panchina. A centrocampo Fabian Ruiz scalpita per esordire e lo potrebbe fare al posto di Zielinski facendolo così tirare un po’ il fiato visto che non si è fermato dall’inizio della stagione. Hamsik non dovrebbe uscire così come Allan. In attacco Milik è carico per fare la punta centrale eventuale del 4-3-3 o l’attaccante della linea offensiva a due assieme ad Insigne. A destra c’è Callejon anche se si potrebbe optare per Simone Verdi che ancora non ha digerito la brutta figura in casa della Sampdoria.