Pubblicato il: 24 Agosto 2014 alle 11:54 am

Lucas Leiva potrebbe essere preferito a Fellaini?

Loading...

LUCAS LEIVA 0807Occhi puntati sull’Inghilterra. Sulla Premier e su quell’infinita e tradizionale sfida che rischia di trasformarsi anche in un derby di mercato orchestrato direttamente dal Napoli: Marouane Fellaini del Manchester United e poi Lucas Leiva del Liverpool. Testa a testa? Non proprio, però due facce di una moneta che volteggia in aria da settimane e settimane senza riuscire a toccare terra: dubbi, sensazioni, accelerate e frenate. Piatto ricco, comunque, talmente tanto da mettere in fila una serie di problematiche di carattere economico impossibili da scartare, però un piatto da tenere in alto fino alla fine: perché i due nomi sono gettonati e anche graditi; perché questi, tutto sommato, sono gli obiettivi di mercato più datati.

L’INTERDITORE. E allora, d’accordo la Champions e la cruciale sfida con l’Athletic Bilbao che vale già una fetta grande e grossa della stagione, però le vicende del mercato continuano a tenere banco: e gli occhi del Napoli sono sempre più orientati Oltremanica. U.K., pianeta Premier: Liverpool e Manchester, case non più troppo confortevoli del brasiliano Leiva e del belga Fellaini. Nell’ordine. Una volta acquistato l’olandesino De Guzman, che per caratteristiche è decisamente meno incontrista e più volante, il club azzurro non disdegnerebbe di regalare a Rafa un mediano più dotato in fase di interdizione: uno come Lucas, per intenderci.

FORMA TABLOID. Sì, il 27enne brasiliano con cittadinanza italiana è un profilo valido soprattutto per le sue caratteristiche da intenditore: rompe e sa anche costruire, però il Napoli continua a prediligere la formula del prestito. Dubbi? I soliti: di carattere fisico, considerando che viene da una stagione un po’ così dal punto di vista degli infortuni, però il suo ricco contratto ancora triennale e la considerazione non proprio top del manager dei Reds, Brendan Rodgers, potrebbero consigliare il club del Merseyside a mitigare le pretese. I tabloid puntano su questo lieto finale tinto d’azzurro, ma nel frattempo la risposta non è ancora giunta: se il Liverpool accetterà la proposta del Napoli, il matrimonio si potrà celebrare anche piuttosto in fretta.

NODO CHAMPIONS. Piuttosto simile la vicenda Fellaini, dopo il problema alla caviglia sinistra rimediato in settimana in allenamento: se gli esami strumentali d’approfondimento confermeranno le impressioni delle prime visite, e dunque escluderanno lesioni e tempi di recupero superiori alle due settimane, allora Rafa potrà ancora nutrire la speranza di averlo nei ranghi. Magari recuperando definitivamente Gargano, rispolverato e apparso molto pimpante in Champions, nel parco incontristi. Certo, lo United spara alto per il prestito annuale – 6 milioni di euro oltre il riscatto – e il suo stipendio è ingente a dire poco, però il nome è prestigioso. In questo caso, molto dipende anche dall’esito della campagna di Champions in terra basca.

IN USCITA. Per il resto, operazioni in uscita in via di definizione: pressing costante del Milan per il doppio colpo, Pandev-Dzemaili, con tanto di cena tra Galliani e Branchini, manager dello svizzero, nel corso della quale sono state chiarite la proposta e la controproposta: il Napoli vuole 8 milioni di euro per i due, i rossoneri per il momento sono arrivati a 5. L’impressione è che prima o poi si farà: magari a metà strada. L’Udinese, nel frattempo, s’è ritirata dalla corsa per Duvan Zapata, lasciando libera la corsia del Torino: a meno che a Rafa non sarà consegnato in tempo utile un sostituto reputato all’altezza, il colombiano partirà in prestito.

Fonte: Corriere dello Sport

Iscriviti al canale Telegram di ForzAzzurri