Motta: “Io al Psg? Ora penso alla famiglia, e poi devo parlare con la dirigenza”

Motta
   

Dazn – Le parole di Thiago Motta in seguito alla sconfitta casalinga contro il Napoli di Luciano Spalletti: “Io al Psg? Ora penso alla famiglia, e poi devo parlare con la dirigenza”.

Erlic l’ha definita un fratello maggiore.
“Tutti gli elogi fanno sempre piacere. Avere il privilegio di partecipare a questo gruppo e finire al meglio la stagione contro una grandissima squadra è una festa per tutti che credo sia meritata”.

Quanto è stato difficile tirare fuori il massimo da ognuno visto il blocco del mercato?
“E’ stato uno stimolo in più. perché sapevamo che sarebbe stato così. Alla fine la forza del gruppo è stata importante, con i ragazzi che si sono aiutati anche nei momenti difficili ed è una grande soddisfazione finire con la salvezza”.

Chi l’ha impressionata di più tra i giocatori?
“Tempo fa ho detto Hristov. Mi impressiona il carattere e il lato umano, mentre prima conoscevo solo il lato calcistico. Gestire un gruppo di 28/29 giocatori non è facile perché tutti vogliono giocare. Loro sono stati bravi, hanno capito il momento e hanno dato il massimo quando sono stati chiamati in causa”.

Da giorni circola la voce di una chiamata del PSG per lei.
“Non è la prima volta e non sarà l’ultima. Voglio prendermi qualche giorno per stare con la mia famiglia e poi devo parlare con la dirigenza. Oggi è la festa della società: è un momento speciale per noi e per i tifosi. Non credo di vedere le altre partite di Serie A”. Fonte: Tuttomercatoweb.

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI  CLICCA QUI

Calciomercato: dopo Kvaratskhelia, spunta Bernardeschi a zero

Alvino: “Non è arrivata nessuna offerta per Koulibaly”

CONTENUTI EXTRA FIRST RADIO WEB

Esercitazioni Nato in Sardegna: centinaia a corteo protesta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Installa la Web App di ForzAzzurri

Installa
×