Napoli-Juve, torna il tifo al Sam Paolo: botteghini presi d’assalto. Ma occhio alle contestazioni

   

Napoli-Juve, torna il tifo al Sam Paolo:

A cinque giorni dalla sfida Napoli-Juve si infiamma di passione. Ancora una volta i tifosi azzurri sono pronti a riempire il San Paolo per adubirlo a bolgia. C’è da battere la vecchia signora che l’anno scorso con molta, molta, molta, molta fortuna è riuscita a strappare lo scudetto ad un Napoli che ha chiuso il campionato con 91 punti. Non sarà una sfida scudetto quest’anno, ma probabilmente il poker rifilato al Parma e il fatto che si entra nel vivo della stagione ha smosso i tifosi partenopei.

Come si legge sull’edizione odierna de Il Mattino, “In poche ore, i tifosi napoletani hanno comprato circa 20mila tagliandi per la partita con l’eterna rivale. Dalle 12 di ieri, i botteghino online sono stati presi d’assalto. Cifre da record. Una vendita che lascia presagire che le presenze, domenica sera, potrebbero superare quota 50mila spettatori. Eppure, una parte del tifo napoletano aveva contestato i prezzi alti della sfida a Ronaldo e soci (40 euro per la Curva), ventilando una specie di sciopero. Le cifre della corsa al biglietto di ieri lasciano intendere che non sarà così. La febbre azzurra è altissima e la polizia non esclude che possa essere l’occasione anche per una contestazione al presidente De Laurentiis da parte delle curve. Ed è per questo che il servizio d’ordine dovrà vigilare sugli striscioni che verranno introdotti all’interno dell’impianto”.