Napoli-Juventus, 2-1: Zielinski e Insigne fanno sognare gli azzurri

Napoli-Juventus, la cronaca del match

Un primo tempo scialbo regna al San Paolo. In una cornice splendida come il tempio di Fuorigrotta, un Napoli rivitalizzato si è battuto ad armi pari con la Juventus, prima in classifica. Davvero poche emozioni durante la prima frazione di gioco, poche azioni degne di nota ma tanta cattiveria agonistica e ritmi a tratti davvero devastanti.

Si va a riposo sullo 0-0, ma nei secondi 45 minuti la musica cambia. Le due squadre iniziano a fronteggiarsi a viso aperto, cercando di vincerla con i colpi dei singoli. Alla Juventus viene annullato un gol in fuorigioco, dopo un palo clamoroso di Dybala. Prima Higuain e poi De Ligt sfiorano la rete, ma Meret è attento.

Non come Szczesny invece: Infatti al minuto numero 63 il portiere polacco respinge in maniera goffa sul tiro di Insigne, la palla trova Zielinski che facile facile non sbaglia e infilza la rete del vantaggio. Il San Paolo è una bolgia e la pressione sale minuto dopo minuto.

La Juve ci prova ma il Napoli resiste, si difende alla grande e addirittura, a pochi minuti falla fine, scaglia anche in rete il gol del 2-0: Insigne sfonda la porta battendo Szczesny e regala il doppio vantaggio al Napoli. La Juve però, come ben sappiamo, non muore mai e al 90esimo minuto accorcia le distanze con la rete di Cristiano Ronaldo.