Notizia bomba da Milano: “Clamoroso scambio: Insigne all’Inter e Icardi al Napoli! La trattativa tra Wanda Nara e ADL esiste””

   
Icardi-Insigne
   

Scambio Icardi Insigne, la trattativa

Il quotidiano diretto da Belpietro, La Verità, lancia una vera e propria bomba di mercato:

Mauro Icardi al Napoli e Lorenzo Insigne all’Inter. Molto più di una suggestione: i contatti tra la società azzurra e l’entourage del bomber argentino sono intensi, e non nuovi. Già nell’estate torrida del 2016 – quella della cessione di Gonzalo Higuain alla Juventus – Aurelio De Laurentiis tentò in tutti i modi di portare Maurito al San Paolo, uno stadio che per gli argentini ha un sapore particolare. I contatti furono intensi ma infruttuosi, però il canale di comunicazione è rimasto aperto e cordiale. In questi ultimi giorni l’idea è diventata trattativa, perché De Laurentiis, come di consueto parsimonioso, ha messo sul piatto la contropartita tecnica che nessuno si aspettava: Lorenzo Insigne. Il neocapitano partenopeo (ha avuto la fascia alla partenza di Marek Hamsik, lo scorso febbraio) non è mai diventato bandiera; l’ex capitano nerazzurro bandiera lo è stato, ma il patatrac degli ultimi mesi ha reso praticamente obbligatorio l’addio a fine stagione. Si pensava potesse andare alla Juventus, Icardi, ma l’affare è complicatissimo: Giuseppe Marotta, ex dirigente della Signora appena passato alla corte di Zhang, rischierebbe una rivolta popolare se Maurito finisse in bianconero. Grandissimo campione Lorenzo Insigne lo è di certo, di prospettiva pure: ha 27 anni, un contratto in scadenza nel 2022, la voglia di dimostrare di essere un fuoriclasse e un indiscutibile talento che lo porterebbe ad essere l’ sterno offensivo di sinistra ideale nel 4-2-3-1 spallettiano.

E se Luciano Spalletti andasse via dall’Inter? Poco male: Insigne ha dimostrato di poter ricoprire anche il ruolo di seconda punta. Per i nerazzurri non sarebbe un problema sfamare gli appetiti di Mino Raiola – continua Carlo Tarallo -, procuratore (anche se non ancora ufficialmente) di «Lorenzinho»: il capitano del Napoli guadagna 4,6 milioni di euro netti a stagione, un aumento non sarebbe un problema per le casse nerazzurre. Che la sua avventura al Napoli possa concludersi, non è più un mistero all’ombra del Vesuvio. Da parte sua, Icardi a Napoli andrebbe di corsaCarlo Ancelotti non vede l’ora di schierarlo accanto ad Arek Milik nel 4-4-2 che ha in mente per il prossimo anno. I due si completano: Milik è un centravanti moderno, al quale piace venire incontro ai centrocampisti, aprire spazi, svariare. Con Icardi a far da punta classica in area, formerebbero una coppia potenzialmente da 40 gol a stagione: del resto Maurito, attraverso Wanda, ha sempre ripetuto che avrebbe preferito giocare insieme a Lautaro Martinez.

Soldi? Non sarebbero un problema: Icardi ha un contratto fino al 2021 a 4,5 milioni netti a stagione, Wanda Nara all’Inter ne aveva chiesti 9, a 7,5 si potrebbe chiudere sul Golfo. Tra i due club l’accordo si troverebbe: De Laurentiis dovrebbe rinunciare all’idea di uno scambio alla pari, perché se è vero che Icardi – che ha una clausola rescissoria di 110 milioni – ormai è in rotta con l Inter, è vero pure che Ancelotti, in qualche modo, va accontentato. Insigne e una trentina di milioni potrebbero bastare per assicurarsi, dopo tre lunghi anni di corteggiamento, le prestazioni del sudamericano. De Laurentiis (coadiuvato in maniera quanto mai decisiva in questa trattativa dal ds Cristiano Giuntoli, che in occasione della trasferta del Napoli a Parma, lo scorso 24 febbraio, avrebbe incontrato uno dei professionisti che curano gli affari di Icardi) sta cercando di ingolosire Wanda Nara anche con la prospettiva di una carriera cinematografica”.

Iscriviti al canale Telegram di ForzAzzurri

   
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *