Pubblicato il: 31 Agosto 2018 alle 5:52 pm

Pedullà: “Girone affascinante, fondamentale partire bene. Il Napoli è una squadra forte con un tecnico di assoluta esperienza internazionale. Sul match contro la Samp e sui rinnovi…”

A Radio CRC, durante Si Gonfia La Rete, è intervenuto Alfredo Pedullà di Sportitalia: “Sarà un girone dal fascino straordinario, sarà un problema per Osg e Liverpool affrontare il Napoli. Fondamentale partire bene la prima nell’inferno di Belgrado, lo scorso anno la gara con lo Shakhtar compromise un po’ tutto il percorso, io preferisco sempre questi gironi di grande spessore dove devi dare il massimo di se stesso. Il passato dice che anche se prendi un top da 180 milioni non è sicuro che tu vinca, la Champions è fatta di episodi, guarda la Roma lo scorso anno, sembrava spacciata al girone e invece è arrivata in semifinale. La mentalità perdente non dovrebbe appartenere al nostro calcio, il Napoli è una squadra forte con un allenatore di assoluta esperienza internazionale, bisognerà godersi queste grandi serate. Ancelotti è stato bravo a dare continuità al progetto e agli uomini di Sarri, ma è chiaro che verrà anche il momento dei nuovi acquisti come Fabian Ruiz e Verdi. La mano dell’allenatore sarà cruciale nel corso della gestione, nel prendere le scelte di formazione giuste a cavallo di più partite importanti. La partite di Champions sono di un fascino tale, dove conteranno anche i minimi dettagli. Il Napoli deve vivere questa competizione con grande fiducia e passione.

La Sampdoria ha fatto un mercato allucinante, cedendo giocatori cruciali e poi rimpiazzandoli con scommesse. Fossi in Giampaolo non sarei contento del mercato fatto. Il Napoli ha la necessità di vincere la terza partita di fila, il resto sono problemi della Sampdoria. Diawara titolare al posto di Hamsik? Bisognerà trovare la lettura giusta tra la disabitudine di Hamsik in quel ruolo e le capacità già consolidate di Diawara. Il Napoli sta puntando forte sui propri giovani, il guineano ha tanti estimatori, ma vedremo se troverà, come probabile che sia, spazio nelle rotazioni.

Sui rinnovi? La strategia di De Laurentiis è comunque quella dell’adeguamento: se hai detto no a tante offerte importanti per i tuoi calciatori migliori, è anche normale che i contratti di questi vengano rivisti. La ciliegina sulla torta sarebbe eliminare tutte le clausole rescissorie, ma questo è un mio cavallo di battaglia”.