Pedullà: “Higuain, dette tante cose non vere. Sarà in ritiro e De Laurentiis non accetterà neanche mezza contropartita…”

L’esperto di calciomercato Alfredo Pedullà scrive della questione Higuain sul suo sito internet

“Innanzitutto ci vuole un minimo di rispetto. Quindi non ci permettiamo di dire, come abbiamo letto, e neanche di pensare che Higuain non si presenterà nel ritiro del Napoli il 25 luglio, bla-bla-bla… Il rispetto vale più di qualsiasi trattativa di mercato, inventare non ha senso. E soprattutto una situazione del genere la potrebbe sostenere soltanto Higuain, oppure chi lo rappresenta. Poi nella vita tutto può accadere, ma non siamo nella testa di Gonzalo e non crediamo che lui abbia comunicato ad altri simile decisione. Quindi, rispetto. Poi ci sta che la Juve pensi a uno dei migliori attaccanti in circolazione, chi non lo farebbe? Qui è comunque il caso di chiarire definitivamente che, salvo clamorosi e oggi impensabili colpi di scena, De Laurentiis non ha intenzione di accettare la benché minima contropartita tecnica. Neanche mezza. Quindi la Juve ha una sola strada: pagare 94,7 milioni in due rate. La famosa clausola. E oggi non è importante capire quando scadrà. Di sicuro non scadeva a giugno. Di sicuro questa storia non potrà andare oltre fine luglio. E poi il Napoli penserà al resto. Anche all’attacco. Con o senza Higuain, magari un nuovo rilancio per Milik, come raccontato un paio di giorni fa. Il resto è nelle mani della Juve: pagare clausola, vedere Gonzalo“.

Carmine Gallucci

360 gradi è l'angolazione minima con cui osservo il mondo. Twitter: @CarmineGallucci

View all posts by Carmine Gallucci →