Pistocchi spiega i motivi dell’involuzione del Napoli

   
rialzo juventus
   

L’ex giornalista di Mediaset Maurizio Pistocchi, ai microfoni di Radio CRC ha sottolineato quanto il lavoro di Ancelotti sia stato lodevole.

Pistocchi si rifà ai ranking pubblicati prima dell’inizio del campionato rimarcando di quanto siano errati.

“Tutti davano l’Inter come principale antagonista della Juventus, si sono sbagliati alla grande.”

Maurizio Sarri

“Posso confermare l’interesse del Milan su Sarri, è l’unico che potrebbe valorizzare la rosa ed il progetto in generale. Non va dimenticato però che l’ex tecnico del Napoli ha un contratto con il Chelsea e non è del tutto scontato che saluti Londra. Le polemiche su Sarri, sono ingigantite da certa stampa ma in Inghilterra l’allenatore ha i suoi estimatori, soprattutto perchè ha inserito giovani come non accadeva da un pò”.

Sul Napoli

“L’Arsenal, nelle ultime partite di Premier, ha preso sei gol. Il Napoli oltre a vivere un momento particolare, è anche un pò sfortunato. Stimo molto Ancelotti, è un grande sarto ma ha bisogno di una rosa preziosa. Dipende dalla Società, è abituato ad un certo gioco e ad un certo tipo di calciatori. E’ importante che la società arrivi prima nello scouting e sui giocatori importanti. L’aver cambiato le posizioni in campo ed i meccanismi che in precedenza erano consilidati, ha provocato l’involuzione del Napoli.”

 

Leggi anche:

Venerato a Radio Kiss Kiss difende la strategia di ADL

CLAMOROSO – Bakayoko potrebbe lasciare la serie A a causa del razzismo

Scopri dove poter seguire Frosinone-Napoli in streaming ed iokon tv

Iscriviti al canale Telegram di ForzAzzurri

   
 
Mario Scala

About Mario Scala

Sono nato a San Giorgio a Cremano(NA) il 19/11/1983. Ho frequentato l'ITIS Alessandro Volta e nel 2002 diventato perito informatico. Nel 2006 ho conseguito la laurea breve in "Scienze organizzative e gestionali ad indirizzo marittimo e navale". Risiedo attualmente in provincia di Massa Carrara. Fino a che avrò 36°C in corpo FORZA NAPOLI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *