Questione di moduli: Ancelotti affronterà il Parma così…

 
 
tattica roma napoli
   

Il sesto turno del campionato di serie A, primo turno infrasettimanale, pone sulla strada del Napoli la neopromossa Parma, tornata nella massima serie dopo essere velocemente rinata dalle macerie del fallimento del 2015 in soli tre anni. La squadra allenata da D’Aversa arriva al San Paolo con una grande carica d’entusiasmo derivante dalle ultime due vittorie consecutive ottenute in campionato contro l’inter a San Siro ed il Cagliari al Tardini.

Squadra ostica questo Parma, fra l’altro i precedenti non sono certo favorevoli agli azzurri che hanno perso due delle ultime quattro sfide andate in scena al San Paolo. In assoluto le due squadre non si affrontano dal famoso Parma – Napoli terminato 2-2 e conclusosi fra le polemiche e con un furibondo litigio fra il portiere degli emiliani Mirante, e l’allora attaccante azzurro Higuain.

Sarà inoltre sfida fra tanti ex poiché nelle fila del Parma giocano ben cinque giocatori provenienti dal Napoli. Di questi saranno sicuramente in campo il portiere Sepe e l’attaccante Inglese. Probabilmente siederà in panchina Amato Ciciretti mentre non saranno del match gli infortunati Grassi e Dezi.

Ma l’ex di gran lunga più importante è senza ombra di dubbio il nostro Carlo Ancelotti. Il mister azzurro da calciatore cominciò a mettersi in mostra proprio a Parma prima di spiccare il volo verso palcoscenici più prestigiosi come la Roma e soprattutto il Milan (quello di Sacchi e delle epiche sfide col Napoli di Maradona). Anche da allenatore la carriera di Ancelotti ha concretamente preso il via a Parma dove la rampante società di Callisto Tanzi, che puntava dichiaratamente a primeggiare in Italia e in Europa, decise di affidarsi a quel giovanissimo mister che in seguito sarebbe diventato il più titolato del vecchio continente vincendo ovunque sia andato.

Ma veniamo alla partita di domani sera cercando di anticipare le mosse dei due tecnici. Il Parma visto in questo avvio di stagione, soprattutto nelle ultime due vittoriose esibizioni, pur schierandosi con un 4-3-3 all’apparenza molto offensivo è tutt’altro che una squadra che lascia giocare in campo aperto gli avversari. I ducali sono molto solidi, giocano coperti e cercano sempre di colpire con velocissime ripartenze avendo un Gervinho in stato di grazia e che sembra vivere una seconda giovinezza. Emblematica in questo senso è la rete segnata dall’ex romanista al Cagliari nell’ultimo turno. Il Napoli dovrà fare molta attenzione a non sbilanciarsi e a presidiare attentamente le fasce laterali da dove giungono i maggiori pericoli con giocatori veloci nelle ripartenze e bravi a servire l’ariete centrale, il centravanti di proprietà del Napoli, Roberto Inglese.

Dall’altra parte la squadra azzurra cercherà di ripetere la prestazione di Torino con un 4-4-2 che in fase d’attacco si trasformerà in un 4-2-4. Il Napoli affronterà questa partita con la voglia di mantenere almeno inalterate le distanze con la Juve alla vigilia dello scontro diretto di sabato 29 settembre in casa dei bianconeri. Ancelotti, come ci ha abituati in tutte le partite della stagione, effettuerà delle rotazioni per risparmiare qualcuno dei titolari. Questa volta potrebbe toccare ad Hamsik e Callejon, forse anche ad uno dei difensori centrali e ad Hysaj. In attacco potrebbe essere confermato Verdi e dovrebbe ritrovare il posto come punta centrale Milik facendo rifiatare Insigne o sostituendo ancora una volta il folletto belga Mertens. Vedremo alla consegna delle formazioni ufficiali quali sorprese avrà preparato il mister per questa sfida, siamo sicuri che ancora una volta troverà il modo di stupirci. L’importante sarà ottenere i tre punti che permettano a tutto l’ambiente di vivere con entusiasmo la vigilia della partita più sentita dai tifosi del Napoli, soprattutto dopo le roventi polemiche scaturite dai troppi errori arbitrali commessi a favore della Juve alla fine della scorsa stagione.

Lorenzo Traettino

Iscriviti al canale Telegram di ForzAzzurri

   
 

One thought on “Questione di moduli: Ancelotti affronterà il Parma così…

  1. Sono anch’io convinto che il Napoli si schiererà come col Torino, la differenza sarà negli uomini, semmai, certo che Ancelotti riserverà qualcuno di quelli più in forma per il match di sabato con la Juve

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *