Repubblica – Higuain torna a ruggire. La squadra non vede l’ora di riabbracciarlo, compreso Gabbiadini

   

L’edizione napoletana di Repubblica scrive sul ritorno di Gonzalo Higuain dopo la squalifica di tre turni

“Per il Pipita sarà una “festa della liberazione” tutta personale. L’inizio di un mini campionato di quattro partite che può permettergli comunque di tagliare un bel po’ di traguardi, anche se ormai lo scudetto è andato e la Juve è un puntino all’orizzonte. Gli altri obiettivi, però, restano ancora a portata di mano. Il ritorno in Champions, innanzitutto: che il Napoli ha difeso con le unghie e un pizzico di sofferenza durante il lungo esilio del suo leader e cannoniere. I punti di vantaggio sulla Roma sono paradossalmente aumentati da 4 a 5, mentre Higuain si contorceva rabbiosamente nella sua gabbia. Oziosa la polemica sulla dipendenza della squadra di Sarri dal suo campione: perchè un top player come il Pipita è fisiologicamente insostituibile. Per questo tutti gli azzurri non vedono l’ora di riabbracciarlo: compreso Gabbiadini, che l’ha sostituito con dignità con Verona, Inter e Bologna. Ma Higuain è un’altra cosa e il resto sono chiacchiere in libertà”

Carmine Gallucci

360 gradi è l'angolazione minima con cui osservo il mondo. Twitter: @CarmineGallucci

View all posts by Carmine Gallucci →