Sacchi: “Il Napoli è un capolavoro! Mi chiamò Guardiola e mi disse ‘Quanto giocano bene gli azzurri’. Futuro Sarri? Ci vuole…”

Arrigo Sacchi è intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli nel corso del programma “Radio Goal”. Ecco quanto ha dichiarato: “Come diceva Coelho, “La capacità di realizzare un sogno rende la vita interessante”. Sarebbe un sogno questo degli azzurri, che in questi anni si è trovato davanti la cattedrale Juventus. Il Napoli non ha la storia o il fatturato dei bianconeri ma c’è una società che dimostra capacità che si trova a contendere il campionato, è un vero capolavoro. Da una parte si punta molto sul singolo e sulla difesa, sfruttando le giocate individuali per sbloccare le partite. Quella dei partenopei è un’impresa titanica, per merito di un allenatore che ha inculcato la bellezza del gioco. il Napoli poò fare solo una cosa, vincere giocando bene perchè se gioca male i successi non dureranno”. 

Poi aggiunge: “Il ricordo di questa squadra durerà per molto tempo, Mentre guardavo Cagliari-Napoli mi chiamò Guardiola e mi disse: “Ma quanto giocano bene?”. Il gol di Insigne dell’altro giorno è uno spettacolo ma lo è dimeno qundo pecca di generosità perchè è napoletano. Sarri invece ha messo a posto i valori: le emozioni sono un valore, il coraggio è un valore, lo spettacolo è un valore, l’armonia è un valore. Il Napoli ha tutto questo, con ragazzi che non hanno grandi storie ma diventano sempre più bravi”.

Sul futuro di Sarri: “Può rimanere a Napoli ma ci vuole correttezza da parte di tutti. Bisogna avere la lucidità di dire che il fatturato dei partenopei è inferiore a 4-5 squadre. Detto questo poi bisognerà trovare un modo collettivo per restare ai vertici ma ripeto, ci vuole correttezza”.