Scontri di Milano – Continua a salire il numero degli indagati

   
napoli inter
   

Scontri di Milano – La Gazzetta dello Sport fa il punto sul numero degli indagati a seguito degli scontri avvenuti a Milano prima del match di campionato Inter-Napoli del 26 dicembre scorso:

“Sale a 15 il numero degli ultrà indagati a Napoli. Finisce nei guai anche il figlio di uno dei leader storici dei Boys nerazzurri. E vanno definendosi i tempi per l’autopsia sul corpo di Daniele Belardinelli. Le indagini sugli scontri di Milano tra tifosi prima di Inter-Napoli, durante i quali è stato investito e ucciso il 39enne capo ultrà del Varese, gemellato con la curva nerazzurra, allargano il fronte delle persone coinvolte. A Napoli sono finiti nel registro degli indagati anche i 4 giovani accoltellati nell’agguato di via Novara, che seguono – tra gli altri – i 5 tifosi che erano a bordo della Volvo V40 station wagon che avrebbe investito e ucciso Dede e sequestrata la settimana scorsa dopo essere stata lavata (forse per cancellare le tracce di sangue da ruote e carrozzeria). A proposito di auto, visto che Belardinelli sarebbe stato colpito da due macchine – una all’inizio e una alla fine degli incidenti – la Digos ha messo sotto controllo altre due vetture che facevano parte del convoglio dei tifosi azzurri diretti allo stadio Meazza. Nelle prossime ore, quindi, ci potrebbero essere altri sequestri”.

Iscriviti al canale Telegram di ForzAzzurri

   
 
Mario Scala

About Mario Scala

Sono nato a San Giorgio a Cremano(NA) il 19/11/1983. Ho frequentato l'ITIS Alessandro Volta e nel 2002 diventato perito informatico. Nel 2006 ho conseguito la laurea breve in "Scienze organizzative e gestionali ad indirizzo marittimo e navale". Risiedo attualmente in provincia di Massa Carrara. Fino a che avrò 36°C in corpo FORZA NAPOLI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *