Storie di Sport: in F1 un cuore partenopeo che sfreccia a 300 km/h

   

Ritorna in Formula 1 dopo tre anni un pilota italiano anzi Campano: lui è Lello Marciello, ha 20 anni e i suoi genitori sono di Caiazzo, piccolo paesino in provincia di Caserta e noto ai più per uno striscione azzurro che campeggia ogni domenica sul parapetto dello Stadio San Paolo. Il papà Claudio e la mamma Licia si sono trasferiti per motivi di lavoro anni fa nel Canton Ticino senza però mai dimenticare il legame con Napoli e la Campania.

Lello, all’anagrafe Raffele, è stato  Campione europeo di F3, e debutterà in Malesia nel mondiale di F1 alla guida di una Sauber. Il talento italiano, che vive a Maranello ed è il pupillo della Ferrari Driver Academy, quest’anno ha siglato anche l’accordo con il team Trident per la GP2. Marciello si era già particolarmente distinto a novembre scorso in un test ad Abu Dhabi con la Ferrari F1, dimostrando immediatamente un talento fuori dal comune completando con la sua monoposto ben 91 giri con il secondo tempo della giornata.  Anche stamattina Marciello ha dimostrato il suo valore chiudendo la sessione con il 13° tempo. In tanti sono convinti che Lello, viste le sue prestazioni e il talento da campione già dimostrato in più occasioni, potrebbe essere quel pilota tanto atteso in Formula 1 a difendere nuovamente i colori italiani.

Massimo Avino

Storie di Sport: in F1 un cuore partenopeo che sfreccia a 300 km/h

Massimo Avino

"La prossima volta voglio nascere a Napoli ed essere napoletano a tutti gli effetti" (Lucio Dalla)

View all posts by Massimo Avino →