Tagliavento: “Juve l’errore mio più grave! Per chi tifo? Solo per…”

Paolo Tagliavento, ex arbitro e  general manager della Ternana, è intervenuto a Radio Marte:

“Essere arbitro, vuol dire accettare di poter sbagliare ed essere criticati. La frase ‘nel recupero vinciamo’?  E’ stato qualcosa di assurdo, nessuno si è preso la responsabilità di metterci la faccia nascondendosi dietro la tastiera. Con il VAR non avrei commesso gli errori più gravi della carriera. Il gol non concesso a Muntari contro la Juventus, oggi non avrei mai potuto commetterlo. Adesso con la tecnologia che aiuta l’arbitro, tutti nella categoria sono contenti. Bello arbitrare in Champions o le Nazionali come Scozia-Inghilterra che è una partita che porterò sempre nel cuore. Non mi hanno mai proposto di fare l’opinionista ma adesso come adesso non ho in programma di farlo. Difficile andare in tv e criticare gli errori di quelli che sono stati i miei colleghi per tanti anni. Giusto evidenziare gli errori magari evitando di farlo in maniera cattiva come fanno alcuni ex colleghi. Mi sono sentito dire di essere tifoso di tantissime squadre, ma l’arbitro tifa solo per se stesso…ve lo posso assicurare”.