Top&Flop – Napoli-Sampdoria, il migliore ed il peggiore azzurro in campo

   
Napoli
   

Napoli-Sampdoria 3-0. Il risultato e la partita che tutti ci aspettavamo. Una partita dal risultato mai messo in discussione, una partita bella, ricca di azioni spettacolari e di emozioni.

Il Napoli ritrova se stesso proprio contro la squadra che nel girone di andata ha inflitto la sconfitta più sonora. Un 3-0 indimenticabile per la sua bruttezza ma forse salutare per il proseguo della stagione. Con oggi risultato ed orgoglio sono stati più che appagati. Il primo tempo è la migliore frazione di gioco dell’era Ancelotti. La posizione ibrida di Insigne ha spiazzato tatticamente i giocatori della Sampdoria che si ritrovavano il talento napoletano 20 metri più indietro di dove avrebbe dovuto essere. I suoi “passi indietro” hanno lasciato spazio agli inserimenti di Callejon e Zielinski, quest’ultimo autore di una gara degna del suo talento. La prima metà del primo tempo scorre veloce con un ritmo allegro ma senza particolari brividi. Al 24′ e nei successivi 100 secondi cambia il match. Il Napoli trova dapprima il vantaggio con Arek Milik: lancio con contagiri di Marek Hamsik per Callejon sulla destra, scarico al centro e gol. La Sampdoria rimette palla in gioco da centrocampo, il lancio favorisce il Napoli, Insigne chiude un azione rocambolesca raccogliendo un passaggio del solito Callejon. Nel secondo tempo è la Sampdoria e scendere in campo con un piglio diverso, gli uomini di Giampaolo creano più palle gol che si trasformano spesso in calci dalla lunetta. La partita si conclude con il definitivo 3-0 siglato da Simone Verdi, subentrato ad un ritrovato Insigne, che trasforma un rigore assegnato giustamente dal VAR. Tutti gli uomini scesi in campo hanno dato tanto, la voglia di riscattare la brutta prestazione di Milano era tanta e l’hanno dimostrato, purtroppo davanti ad un San Paolo semi deserto.

TOP – Koulibaly

Chiunque voglia acquistare il suo cartellino, con il mercato di gennaio ha perso la sua occasione. Continuando con queste prestazioni il prezzo del senegalese può solo continuare a salire. Chissà se basteranno i 150 milioni che tutti hanno reputato esagerati solo qualche mese fa. Respinge ogni palla in difesa, si propone in attacco, tanto farsi servire al centro dell’area. Mentalità a tutto campo. Top player!

FLOP – Allan

Ancora lontano dalle condizioni di forma fisica e mentale che ci hanno fatto dichiarare di avere in squadra uno dei centrocampisti più forti in Europa. Nella norma il primo tempo, in calando il secondo. Pense à nous!

Mario Scala

La pagina Facebook per seguire tutte le news del calcio in campania

   
 
Mario Scala

About Mario Scala

Sono nato a San Giorgio a Cremano(NA) il 19/11/1983. Ho frequentato l'ITIS Alessandro Volta e nel 2002 diventato perito informatico. Nel 2006 ho conseguito la laurea breve in "Scienze organizzative e gestionali ad indirizzo marittimo e navale". Risiedo attualmente in provincia di Massa Carrara. Fino a che avrò 36°C in corpo FORZA NAPOLI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *