Turnover Napoli – GdS: “Sarri faceva infuriare Adl”

 
 
turnover napoli
   

Turnover Napoli – La Gazzetta dello Sport sottolinea le differenza nella gestione della rosa tra Ancelotti e Sarri.

Turnover Napoli – La rosea mette in evidenza quanto sia differenti le due gestioni. Quella di Maurizio Sarri non era affatto gradita al presidente De Laurentiis. Negli anni questa gestione ha provocato la svalutazione di calciatori come Maksimovic, Rog ed Ounas. Il tecnico toscano, anche ieri in conferenza ha ribadito il suo credo in merito al turnover dichiarando che sostituisce un calciatore solo nel momento in cui lo vede stanco. Per lui la priorità è l’acquisizione dei meccanismi di gioco. Su questo punto di vista la gestione Ancelotti è di base diversa. Tutti gli elementi della rosa si sentono importanti e tenuti in considerazione in modo da essere pronti quando chiamati in campo. Il Napoli sarà soggetto a gare ravvicinate ed avere tutti pronti è importante per pensare dipoter arrivare in fondo a tutte le competizioni.

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI CLICCA QUI

Fair play finanziario – Istruzioni per l’uso ed obiettivi

Scudetto Napoli – La ricetta di Ottavio Bianchi

Lecce-Napoli, la previsione tattica e le probabili formazioni

Juve, approvato il piano bilancio, ecco i dati del 2019

Conte sul litigio Lukaku – Brozovic: “Altri club più bravi a non far emergere notizie, c’è tanto da migliorare non solo in campo”

Radio Marte – Borghi: “A Lecce ci sarà ampio turnover, il Napoli non si è mai fermato su Fabian…”

Radio Sportiva – Renica: “Questo Napoli può fare cose importanti, Maradona è pazzesco”

Iscriviti al canale Telegram di ForzAzzurri

   
 
Mario Scala

About Mario Scala

Sono nato a San Giorgio a Cremano(NA) il 19/11/1983. Ho frequentato l'ITIS Alessandro Volta e nel 2002 diventato perito informatico. Nel 2006 ho conseguito la laurea breve in "Scienze organizzative e gestionali ad indirizzo marittimo e navale". Risiedo attualmente in provincia di Massa Carrara. Fino a che avrò 36°C in corpo FORZA NAPOLI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *