Zamparini – Dybala, ormai è rottura. La furia del presidente rosanero

Ormai è rottura tra Maurizio Zamparini e Paulo Dybala. Il presidente del Palermo ha rilasciato una lunga intervista a Tuttosport per parlare del futuro dell’attaccante rosanero, punta di diamante della sua squadra.

Inevitabile quindi l’argomento mercato:”La Juve lo vuole e io glielo darei. Stavamo trattando il rinnovo e gli avrei garantito il massimo degli stipendi del Palermo, ovvero un milione di euro. Poi gli hanno fatto perdere il senso della realtà, è cambiato completamente, non gli parlo più. Mi ha deluso.

Alla domanda su Mascardi, Zamparini non si è limitato a rispondere: “Ce l’ho con Mascardi. Con i suoi fondi in Sud America, in cui c’è di tutto come soci. Con quelli compra, muove i giocatori, mantiene delle percentuali o vende tutto il cartellino. Lo porterò in Tribunale, una bella causa civile”

Il presidente rosanero è certo del valore di Dibala: “Il valore di Dybala? Vale Cavani e Pastore. Ne troverò un altro, io lo avrei tenuto, ma adesso non si può più. Marotta mi ha chiamato e gli ho detto che mi farebbe piacere venderlo alla Juve perché almeno rimarrebbe in Italia. Gli ho anche detto però che non credo abbia abbastanza soldi per averlo. Non hanno i soldi delle big, non hanno il petrolio o i soldi di Nesser e Abramovich“.

Intanto mentre la Juve pensa, alla finestra si affacciano molte società. Sono molti i direttori sportivi di Italia e d’Europa che hanno l’acquolina alla bocca, per cercare di corteggiare il gioiellino argentino, il quale potrebbe fare le fortune di qualsiasi squadra.