Auriemma: “No ai processi individuali e rinforzare la rosa: a gennaio il Napoli prenderà Gabbiadini e…”

   

AURIEMMA 2411Raffele Auriemma, intervenuto ai microfoni di Radio Crc nel corso del programma “Si Gonfia la Rete”, ha commentato la sconfitta subita dal Napoli a Milano:

Non ho conferma sul ritiro, inizialmente era girata questa voce riguardante un ritiro punitivo fino a giovedì sera contro il Parma per poi tornare a casa a fare le valige verso Doha. Poi l’ufficio stampa del Napoli ha precisato che il ritiro riguardava solo la serata di ieri, i calciatori avrebbero dovuto passare insieme la notte per poi allenarsi oggi. So di un malumore per alcuni giocatori che hanno problemi personali.

Motivi? Il tutto è frutto di un insoddisfazione diffusa che parte da De Laurentiis e finisce per coinvolgere i calciatori che sono i primi responsabili per il tracollo subito dalla squadra.

Loro sono gli stessi che hanno battuto la Roma e la Fiorentina. De Laurentiis questa volta ha dato di matto perché quella di ieri sera era una gara importante da non perdere, il Napoli si è fatto raggiungere dai rossoneri.

Noi non vogliamo attaccare nessuno, la colpa è di tutti, l’ho sempre detto, nessuno può essere esente da responsabilità così come a Bilbao. Ora però c’è un aggravante, quella dell’allenatore che non è riuscito a dare carattere alla squadra nel giro di 4 mesi, e non è messo bene tatticamente, ce ne se siamo accorti tutti. Schiere di opinionisti ed ex allenatori hanno sostenuto che il Napoli con quel modulo non avrebbe potuto ottenere i risultati che merita. Perché un allenatore non riesce a capire che così il Napoli non funziona, è un questione che ci stiamo ponendo da tempo.

Il Napoli è un bene di tutti e va salvaguardato tutto quanto in toto, non comprendo le fazioni che si stanno creando anche tra i tifosi, fazioni che vengono alimentate da qualche sito.

L’allenatore del Napoli costa insieme al suo staff 9,5 milioni all’anno. Mi dispiace che Benitez non ammetta anche i suoi errori, la responsabilità non può essere solo ‘delle attese’. Lo spagnolo ha avuto tanto tempo e disponibilità, anche da parte dei tifosi, per lavorare bene. L’idea di gioco o c’è o non c’è, non può essere ad intermittenza o a sprazzi, è poco per una squadra che costa tanti milioni.

Quando Benitez sostiene che noi dobbiamo vincere attraverso la qualità del gioco mi chiedo, e dov’è? Il progetto Benitez è andato a decrescere con il passare del tempo. I tanti gol subiti sono un dato che preoccupa, a me starebbe anche bene fare un gol più dell’avversario ma è da tanto tempo che non succede.

L’allenatore ha scelto qusi tutti i calciatori in organico. Mi piacerebbe sentire il tecnico dire che la colpa è anche sua, non dico che è solo e soltanto sua, ma assorbirebbe tante pressioni. Stento a credere a ciò che è successo ieri. Il Napoli è più forte dei rossoneri, ha una rosa più competitiva ed un allenatore di esperienza internazionale a differenza di Inzaghi che sta muovendo i primi passi.

Oggi sarebbe un errore fare processi individuali, per il bene del Napoli è giusto mettere tutti sotto accusa, il presidente, per i mancati innesti estivi, l’allenatore che ha smantellato il gruppo per prendere calciatori più adatti al suo gioco, e la squadra che ha poco orgoglio e determinazione.

Hamsik? E’ il capitano ed è costretto a giocare fuori ruolo e ad abbandonare il campo. Inler invece non gioca mai le partite importanti, come a Bilbao.

De Laurentiis potrebbe effettuare quattro acquisti, Bigon ha parlato con il procuratore di Darmian, non so se il Napoli possa prendere il calciatore e l’incontro sia stato propedeutico per l’acquisto, ma so di questo summit”.

 

 

Fonte: raffaeleauriemma.com

Carmine Gallucci

360 gradi è l'angolazione minima con cui osservo il mondo. Twitter: @CarmineGallucci

View all posts by Carmine Gallucci →