Calciomercato – L’attacco del Milan e Inter parlano la stessa lingua

calciomercato

Il calciomercato delle milanesi è belga. Il Milan porta a casa Origi e l’Inter riporta a San Siro Lukaku

Un nuovo attacco a Milano. Le notizie di calciomercato delle ultime ore stanno cambiando gli equilibri e i favoriti della prossima stagione. Ogni squadra sta attuando il proprio piano strategico per portare a casa il proprio obiettivo e sistemare al meglio il proprio reparto d’attacco. Se la Juventus migliora il settore offensivo con gli svincolati Di Maria e Pogba, il Napoli di De Laurentiis sembra non riuscire né a ufficializzare l’acquisto di Deulofeu e né a risolvere il problemi contrattuali con il suo miglior capocannoniere della storia Dries Mertens. Ad essere le regine indiscusse di questo calciomercato rivolto all’attacco sono Milan e Inter.

Il ritorno del figliol prodigo

A quasi ad un anno dalla sua cessione da 115 milioni di euro, l’Inter dovrebbe chiudere per un prestito da 8 milioni più 4 di bonus l’attaccante Lukaku. Una trattativa di calciomercato con il Chelsea al quanto difficile visto le richieste iniziali di 10 milioni di euro, ma che Piero Ausilio e Beppe Marotta hanno limato alla perfezione. Il calciatore belga conosce benissimo la piazza nerazzurra, anche perché risulterebbe difficile dimenticarsela dopo un anno, e non avrebbe difficoltà a dimostrare a Tuchel il suo vero valore. Nella stagione della vittoria dello scudetto dell’Inter, Lukaku era riuscito a raggiungere i 30 goal stagionali e di avere un ruolo da protagonista nella conquista del titolo. Dopo il fallimento con il club inglese, le prospettive del belga saranno quelle di riportare i nerazzurri dove l’aveva lasciati, cioè campioni. Nelle prossime ore Lukku dovrebbe arrivare a Milano e rendere ufficiale il suo passaggio, come conferma anche l’amministratore delegato Marotta alla Gazzetta dello Sport: “Quando arriva? Penso stasera!”. In ottica attacco rimane ancora stabile la situazione di Dybala, legata alla cessione di Sanchez.

Il calciomercato del diavolo

Dall’altro fronte arriva l’ufficialità dell’acquisto, a parametro zero, del Milan: Divock Origi. L’attaccante belga, come Lukaku, ha effettuato nella giornata del 28 giugno le visite mediche e firmato il contratto che lo legherà ai rossoneri per i prossimi 4 anni a 3,5 milioni di euro a stagione. Una pedina importante per i neo campioni d’Italia che hanno la necessità di far riposare un pò il vecchietto Giroud (in attesa di Zlatan) e di difendere il titolo da una concorrenza al quanto spietata. Negli ultimi anni, Origi ha giocato poco e ha sfruttato bene le sue chance con il Liverpool, diventando decisivo nella finale del 2019 contro il Tottenham. I suoi numeri non sono come quelli del “cugino interista” e dovrà sin da subito dimostrare quanto vale mettendo in risalto il suo atletismo, tecnicismo e fisicità. L’arrivo del belga è arrivato in sordina, non è certamente un colpo da far sparare i fuochi d’artificio. Uno stile molto vicino a quello di Paolo Maldini che si augura che l’attaccante faccia bene come i suoi compagni di squadra.

Le milanesi sono pronte i colpi di calciomercato sono stati sparati. L’attacco è stata la priorità e in una sessione in cui soldi non sembrano esserci, due campioni sono arrivati in serie A.

Francesco Abate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.