Pubblicato il: 2 Agosto 2020 alle 6:31 am

Conte si scaglia contro l’Inter: “Io ci metto la faccia, ma fino a un certo punto!”

gori Conte

Conte un fiume in piena: “La società non ha protetto allenatore e calciatori!”

E’ un Antonio Conte senza freni quello intervenuto a Sky nel post partita. Il tecnico salentino ha attaccato duramente la società nerazzurra colpevole del fatto, a suo dire, di non aver protetto in alcun modo allenatore e calciatori. Ecco quanto dichiarato dopo la gara contro l’Atalanta ai microfoni di Sky: “L’altro giorno mi è stata mandata una intervista di Spalletti del 2017. Denunciava cose gravissime. Siamo nel 2020 e non è cambiato nulla. Va bene tutto, c’è un lavoro sul campo importante. Si cresce in campo, ma anche e soprattutto fuori dal campo. Poi bisogna vedere, se il proprietario lo capisce… Io ci metto la faccia, davanti a tutti ma fino a un certo punto, nessuno è scemo. Il parafulmine uno lo fa al primo anno, ma non il secondo perché errare è umano, ma non si può perseverare. E ribadisco che non c’entra niente il mercato o i giocatori. Fino a 15 giorni fa – continua il tecnico – avete spalato una cosa che non si dice in televisione contro me e i giocatori e serve protezione in questi casi. Abbiamo tanto da fare fuori dal campo, poi ognuno farà le proprie valutazioni. Non è pesante ciò che ho detto, non uso mezzi termini: mi ha dato fastidio vedere qualcuno salire sul carro soltanto oggi, quando la cacca l’abbiamo presa solo io e i calciatori e non siamo stati protetti. Ma va bene così, ora abbiamo finito il campionato e c’è l’Europa League. Ho un difetto: ho una visione, vedo un percorso che c’è da fare se c’è voglia di farlo insieme, e non parlo di mercato, ci tengo a precisarlo”.

Queste le parole di Antonio Conte ai microfoni di Sky.

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI CLICCA QUI

Gattuso una furia nel finale: “Vieni a dirmelo in faccia terrone di m***a” [VIDEO]

CONTENUTI EXTRA SU FIRSTRADIOWEB

Francesco Facchinetti: “Un uomo mi ha detto ‘Figlio di p**, muori’, volevo ammazzarlo di botte”

Covid: infettare giovani sani per testare il vaccino ha senso?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *