Corbo: “Napoli sui soliti nomi, un aspetto deve far riflettere De Laurentiis ed il suo indecifrabile allenatore…”

Corbo
   

Antonio Corbo pone due interrogativi sulle eventuali scelte di mercato del Napoli nel suo editoriale per Repubblica, il Graffio

Ho scelto come temi due interrogativi.

1) Possibile che Sarri l’inflessibile non si renda conto di sciupare in questi giorni con i suoi diktat quel patrimonio di stima e credibilità giustamente acquisito nella scorsa stagione?

2) Possibile che il Napoli non conosca altri nel mondo che Pavoletti e Zaza?

Che il Napoli tenti di acquistare Pavoletti, sembra giusto. Cerca una punta centrale di pronto impiego, è gradito a Sarri, può pagarlo una ventina di milioni, mica poco, ma un attaccante gli manca. Che Pavoletti rifiuti il Napoli, è invece un flop. Deve far riflettere De Laurentiis ed il suo indecifrabile allenatore. Come può un giocatore di carriera oscura, 28 anni il 26 novembre, con otto partite su 12 e appena 3 gol in serie A resistere alla prospettiva di trasferirsi nella terza città italiana, di passare dal Genoa ad un club di Champions, di elevare l’ingaggio da poco più di un milione a due? Non sarebbe il primo no, Lapadula attaccante operaio di mezza età rifiutò Napoli per sparire fino all’ultima domenica sulla panchina del Milan.

C’è qualcosa che non va nel Napoli, è da spiegare il suo fascino calante, va rilanciata la sua immagine se i mediocri rifiutano ed i migliori come Lavezzi, Cavani e Higuain fuggono. Sembra passato un secolo da quando Maradona si ribellò alla superbia catalana del Barcellona urlando l’indimenticabile, io voglio andar via. Volle Napoli ed il Napoli.

Pavoletti potrebbe ripensarci, ma i suoi dubbi sono un punto di confine. De Laurentiis e Sarri devono ripresentarsi al calcio internazionale nei loro volti migliori. La strisciante tensione fa apparire il Napoli come un club agitato, un approdo insicuro, una stazione di passaggio e mai di arrivo.

One thought on “Corbo: “Napoli sui soliti nomi, un aspetto deve far riflettere De Laurentiis ed il suo indecifrabile allenatore…”

  1. Il problema egregio dott Corbo il Napoli non è una società di calcio è una ditta individuale ,allora voi giornalisti di testate importanti dovreste battere su questo ,e non fare commenti su giocatori e allenatori ,fino a quando il Napoli non si struttura come società di calcio,parliamo a vuoto .

Comments are closed.