Coronavirus, Conte: “Il peggio è passato, ma ora abbiamo davanti una sfida difficile”

discorso conte oggi 16
   

Coronavirus, Conte: “Il peggio è passato, ma ora abbiamo davanti una sfida difficile”

Il premier Giuseppe Conte interviene alla Camera per l’informativa urgente sulle misure per la nuova fase relativa all’emergenza epidemiologica Covid-19. “È tempo di riavviare il motore del Paese”, ha detto il presidente del Consiglio, parlando della fase 2 dell’emergenza sanitaria. Conte ha parlato di questa come di una “sfida non meno insidiosa” di quella di inizio emergenza e del lockdown, ma ha rivendicato quanto siano stati importanti i sacrifici fatti dagli italiani.

“Siamo consapevoli che quella che abbiamo davanti è una sfida ancora più difficile e non meno insidiosa di quella affrontata a inizio emergenza, di fronte al diffondersi del contagio, con misure restrittive sempre più severe. Siamo stati costretti a limitare gli spostamenti, a imporre il distanziamento sociale, a sospendere le attività. Gli italiani hanno pienamente compreso il rischio e hanno condiviso il grande sforzo collettivo. Le misure sono state ovunque rispettate con disciplina e consapevolezza. Se oggi possiamo constatare che il peggio è alle nostre spalle e lo affermo con tutta la prudenza, lo dobbiamo ai nostri cittadini”, le parole del premier in Parlamento.

“Forse non tutti avrebbero allora preso decisioni così incisive sui diritti fondamentali. A tre mesi dal primo caso di Codogno possiamo affermare, in coscienza, di aver compiuto la scelta giusta: l’unica in grado di contrastare la diffusione sull’intero territorio nazionale. Con la stessa determinazione, credo che sia giusto compiere una scelta verso un rapido ritorno alla normalità. Siamo nella condizione di attraversare la fase due con fiducia e responsabilità. Tutti conosciamo meglio il virus, sappiamo come proteggerci. E mi rivolgo a tutti e soprattutto ai giovani, dei quali è comprensibile l’entusiasmo per la ritrovata libertà di movimento: in questa fase rimane fondamentale l’uso delle mascherine e il distanziamento, non è ancora il tempo dei party e delle movida. Bisogna fare attenzione, anche per non esporre al contagio i propri cari”.

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI CLICCA QUI

Coronavirus, 5 milioni di contagi nel mondo: altri 888 morti in Brasile

L’agente di Jorginho strizza l’occhio alla Juve:”Chi non vorrebbe giocarci”

CONTENUTI EXTRA FIRST RADIO WEB

Protezioni sul lavoro: una guida pratica tra guanti e mascherine

 

 

Installa la Web App di ForzAzzurri

Installa
×