L’immunologo Le Foche: “Coronavirus potrebbe sparire come la Sars”

   

L’immunologo Le Foche: “Coronavirus potrebbe sparire come la Sars”

Il coronavirus potrebbe sparire come la Sars? “Assolutamente sì. Sono virus molto simili dal punto di vista genetico, è molto probabile che si comporti come la Sars. Ma bisogna mettere in campo tutte le forze per essere pronti se non dovesse comportarsi come la Sars”. A dirlo è l’immunologo clinico Francesco Le Foche intervenuto oggi nel corso della trasmissione “Domenica In”.

L’immunologo ha parlato della mascherina come “segno della vittoria”, dato che toglie al virus la possibilità al virus di entrare nel nostro organismo. “Oggi negli ambienti chiusi andrebbero usate assolutamente le mascherine, per l’Oms sarebbe opportuno averla anche negli ambienti aperti in caso di assembramenti in cui non si possono rispettare le distanze, ma questa sarebbe una condizione da evitare”, ha spiegato. Spero che all’inizio della scuola la possibilità del ricircolo sociale del virus sia talmente bassa da non avere le mascherine a settembre e ottobre. Sarebbe un auspicio importante”, ha quindi aggiunto. E ancora, parlando della situazione attuale dell’emergenza coronavirus Le Foche ha detto che abbiamo avuto “un incendio enorme in una foresta”, ma adesso l’incendio è spento: “Ci saranno piccoli focolai, abbiamo il secchio e l’acqua: andiamo a spegnerli”.

E ancora, in merito a una possibile seconda ondata ha spiegato:Qualora si comportasse come i suoi cugini della Sars, questo virus non dovrebbe più tornare. Siccome si è comportato in modo pandemico, diverso, non sappiamo con certezza. Qualora dovesse tornare, non credo potrebbe darci lo stesso disagio. Siamo molto più preparati, possiamo mettere in campo tutte le acquisizioni: sono ottimista, non può più creare problemi come quelli che ha creato. Ora abbiamo più chiaro quello che è successo, possiamo mettere in campo tutte le armi a disposizione”.