CorrSport – Napoli pronto a blindare Sarri ma studia alternative: tutti i dettagli

   

L’edizione odierna del Corriere dello Sport scrive sulle mosse del Napoli per la guida tecnica

“Il futuro è adesso: perché cinquantacinque giorni voleranno via, quasi senza accorgersene, è qua dentro, in questo contenitore (relativamente) ampio c’è un destino da tratteggiare. Però il calcio di Sarri va oltre le tendenze, sfugge alle abitudini, rifiuta gli stereotipi e se dalla Francia chiamano, si può anche tranquillamente non rispondere, restando aggrappati disperatamente al pallone e a quelle otto domeniche in cui c’è un orizzonte. La fuga dei cervelli (calcistici) è un’ipotesi, un pericolo, una opportunità ma dinnanzi a sei milioni di euro si può resistere, lasciando che tutto resti inalterato, fin quando ci sarà da inseguire un sogno ammantato (diplomaticamente) negli 87 punti e segretamente invece rappresentato da un’impresa da tentare.

DELA ATTENDE – È un complicato gioco di clausole e sentimenti, un groviglio magico e misterioso, un intrigo che ha una scadenza e migliaia di pensieri: ma il 31 maggio (però anche prima), rien ne va plus, dentro o fuori, dopo lucide analisi e un confronto che De Laurentiis ha un piano: la priorità è blindare Sarri con un nuovo e ricco contratto L’appuntamento (segreto) è già in agenda mentre il tecnico si concentra sulla volata Giampaolo Marcelino e Paulo Fonseca ecco i tre profili in caso di addio Dice il contratto che Maurizio Sarri ha la possibilità di liberarsi dell’accordo pluriennale, scadenza giugno 2020, versando otto milioni di euro; oppure che il Napoli può non esercitare quel rinnovo automatico dal primo giugno, pagando un milione di euro (lordo). (…)

PROFILI – (..) Il Napoli non ha mai seriamente allargato il suo sguardo altrove, su altre panchine, però dei profili di eventuali successori è stato lecito tracciarlo: Marco Giampaolo è il tecnico con il maggior appeal, per considerazioni di carattere tecnico, e rimane l’opzione che, nel caso di divorzio (a sorpresa), indurrebbe ad immediata consultazione; però nel tempo – e chiaramente – qualcun altro ha conquistato la stima di De Laurentiis e di Giuntoli: lo spagnolo Marcelino Garcia Toral, allenatore del sorprendente Valencia, in passato antagonista del Napoli con il Villarreal, lascia impronte ovunque, pur nella diversità del suo calcio rispetto a quello di Sarri; e il portoghese Paulo Alexandre Rodrigues Fonseca, il “regista” dello Shakhtar, ha uno stile che non passa inosservato”.

Installa la Web App di ForzAzzurri

Installa
×