Ecco la storia della famiglia De Laurentiis

 
 
   

Sono stato a lungo tentato prima di decidermi ad inserire la famiglia De Laurentiis tra i Buoni esempi calcistici. Il dubbio derivava soprattutto dal fatto che la famiglia è entrata relativamente da poco tempo nel mondo del calcio. Era settembre del 2004 quando Aurelio De Laurentiis rilevò la società che era fallita e che era stata retrocessa in Serie C1. Il resto è storia recente, due terzi posti nel 2010-2011 e nel 2013-2014 ed il secondo posto nel 2012-2013 nel Campionato di massima serie, due Champions League disputate, due Coppe Italia vinte nel 2011-2012 e nel 2013-2014, una Super Coppa di Lega Italiana nel 2014-2015.
Ce ne è abbastanza per proiettare la Storia di Aurelio De Laurentiis sia
nella sopra citata rubrica Buoni esempi calcistici che in quella Tasselli di Storia napoletana.
Dunque, l’articolo comparirà in entrambe le rubriche.
MOSAICO752X440
BUONIESEMPI_752_440
Però, vogliamo ricordare anche come la famiglia De Laurentiis è diventata la famiglia più importante della storia della cinematografia italiana.
Dunque, bisognerà parlare di Dino e Luigi De Laurentiis.
Sarà il fratello minore, Dino ad intraprendere per primo la carriera di attore e poi produttore. Insieme all’amico Carlo Ponti darà vita alla Ponti-De Laurentiis. Piuttosto che verso la vincente corrente neorealista si orientò verso un cinema basato sulla commedia degli equivoci. Anzi, non amò mai davvero il neorealismo, considerandolo solo come una invenzione dei giornalisti. Tra i maggiori successi di questa fase ci furono “Guardie e ladri” (con Totò e Fabrizi) nel 1951, nonché “Totò a colori” del 1952, primo film a colori del cinema italiano. Nel 1957 produssero “Lenotti di Cabiria” diretto da Federico Fellini, che vinse il premio Oscar per il miglior film straniero. Era solo la terza volta che un film italiano vinceva la prestigiosa statuetta, dopo i film “neorealisti” “SCiuscià” e “Ladri di biciclette”, entrambi diretti da Vittorio De Sica.
Nel 1972 Dino, che si era fatto affiancare dal fratello maggiore Luigi, si trasferirà negli Stati Uniti (dove si è spento nel 2010).
Luigi De Laurentiis, fondò nel 1975 la Filmauro, affiancandosi suo figlio Aurelio (l’attuale presidente del Calcio Napoli). La Filamuro produsse sia film di qualità che le famose serie di “Amici miei” e i cinepanettoni.

Ha distribuito più 400 film diretti damaestri del cinema quali Mario Monicelli, Woody Allen, Ettore Scola, Pedro Almodóvar, Pupi Avati, David Lynch, e Roberto Benigni

Insomma, Dino, Luigi ed Aurelio sono tre figure meritevoli di grande ammirazione per quanto hanno saputo realizzare, andando molto lontano dalla semplice produzione di pasta della famiglia, prima che Dino facesse il suo viaggio a Roma da Torre Annunziata.

Amedeo Gargiulo

Leggi anche
A quanto ammonta il patrimonio di Aurelio De Laurentiis?
Da dove arriva il patrimonio di De Laurentiis?

Iscriviti al canale Telegram di ForzAzzurri

   
 
Amedeo Gargiulo

About Amedeo Gargiulo

Laureato in Lettere Moderne alla Federico II di Napoli nel 1997. Seconda Laurea in Storia all'Alma Mater di Bologna nel 2012. È insegnante di Materie letterarie negli Istituti di Istruzione secondaria di II grado alla Sez. Ospedaliera Gozzadini-S. Orsola di Bologna. È giornalista pubblicista dal 2017.