ESCLUSIVA- A. Turi (Resp. Giov. J.Stabia):”Nella scorsa stagione raggiunti ottimi risultati, ecco i nostri tecnici. No all’Under 16 nazionale”

 
 
Turi
   

Juve Stabia- Alberico Turi anche in questa stagione è stato confermato come responsabile del settore giovanile delle vespette.

Si ricomincia, ormai possiamo contare le ore alla partenza dei campionati giovanili che ufficialmente inizieranno per quasi tutte le categorie nel prossimo week end. La redazione di Forzazzurri.net ha intervistato il responsabile del settore giovanile della Juve Stabia Alberico Turi, pungolandolo su diverse tematiche, dai buoni propositi per la prossima stagione alla difficile estate vissuta a Castellammare di Stabia.

Partiamo dalla fine, il 20 luglio dopo un pò di timori il Consiglio Federale riammette la Juve Stabia al prossimo campionato di serie C. Quanto è stato difficile lavorare per rinforzare la propria cantera, vivendo col dubbio che il lavoro potesse essere vanificato dalla “non iscrizione” del club?

“In verità non abbiamo mai avuto alcun dubbio sul fatto che la Juve  Stabia non potesse essere iscritta al campionato di serie C, ma soprattutto eravamo certi che il Presidente Manniello avrebbe fatto partecipare la squadra in terza serie.” 

La scorsa stagione l’intero settore giovanile delle vespette si è dimostrata all’altezza della situazione, raccogliendo dei buoni risultati in tutte le categorie. Quali sono gli obiettivi alla vigilia della partenza della nuova annata?

“Nella scorsa stagione, grazie all’apporto economico dei Fratelli De Lucia, siamo riusciti a portare in alto il settore giovanile della Juve Stabia ottenendo ottimi risultati. A mio avviso solo a causa di un pò di sfortuna non siamo riusciti ad arrivare alle finali nazionali e con le varie categorie abbiamo disputato i play off andando fieri di questi obiettivi raggiunti. Attualmente, all’interno della nostra cantera, abbiamo costruito una Berretti sotto età, mentre disponiamo di due gruppi molto forti che sono l’Under 17 e l’Under 15. Non abbiamo partecipato ai nazionali con la categoria intermedia dei 2002 perchè non riteniamo giusto disputare dieci partite e terminare il campionato senza ottenere riscontri importanti consumando solo energie fisiche ed economiche. In questo momento è più importante per la nostra società partecipare ad un campionato sotto età nella nostra regione in un girone a venti squadre. Ciò permette ai nostri ragazzi di acquisire una giusta mentalità e di affrontare comunque in Campania delle formazioni di tutto rispetto. La nostra società, infine, non chiede nulla ai genitori, facciamo tutto con le nostre forze e non dobbiamo dare contentini a nessuno.”

I dirigenti non amano mai sbilanciarsi in queste situazioni, ma se le chiedessimo quale ragazzo quest’anno potrebbe esplodere definitivamente da qui a giugno lei cosa ci risponde?

“Ti rispondo facendo anche un salto nel recente passato. Ci sono calciatori che sono cresciuti nelle nostre giovanili e attualmente disputano campionati di serie C, tra i quali De Marco con la Casertana, Carillo al Pisa, Ioio classe ’97 all’Akragas. Nella nostra Berretti nessun calciatore è approdato in prima squadra, ma fanno parte ora di club anche prestigiosi. Tra le fila della Berretti ti dico che sicuramente quest’anno abbiamo tanti ragazzi di valore classe 2000, tra questi Del Prete, Casella, Maiorino, Massaro e i 2001 Marrone e Fibiano già convocato in Nazionale di categoria. Il nostro fiore all’occhiello è stata sicuramente la cessione del ’99 Dan Berci, giovane rumeno che fa parte anche della nazionale del suo paese, al Perugia in serie B. Tutto ciò rende merito non solo alla mia persona, ma anche al grande lavoro meticoloso svolto nel tempo da tutto lo staff delle giovanili gialloblù composto da tecnici di primissimi piano senza tralasciare un ringraziamento particolare alla famiglia De Lucia che ci ha permesso di innalzare il prestigio della cantera delle vespette.” 

Ci vuole riferire i nomi dei quattro allenatori ufficiali che alleneranno Berretti, Under 17, 16 e 15 Serie C?

“Certamente, ti dico che mister Nunzio Di Somma è il tecnico della Berretti, alla guida dell’Under 17 c’e’ il tecnico Gianluca Macone, i 2002 dell’Under 16 regionale sono allenati da Michele Sacco, infine all’Under 15 abbiamo confermato mister Alfonso Belmonte, un tecnico idoneo e preparato. Mister Belmonte nel passaggio dall’attività di base al settore giovanile e scolastico, possiede i numeri giusti, caratteristiche e capacità importanti per far crescere i nostri ragazzi in maniera esponenziale. Nella passata stagione, anche grazie al suo lavoro e alla sua professionalità, non solo Belmonte ha portato i 2002 ai play off, ma molti ragazzi tra i quali Costanzo, Annibale, Pulcino, Guarracino e Selvaggio sono entrati a far parte anche della Nazionale Under 15 lega Pro di mister Arrigoni. Quest’anno quattro giovani 2002 faranno parte dell’Under 17 sotto età, questa è la vera crescita del settore giovanile senza disputare campionati intermedi organizzati dalla Lega Pro che per noi hanno minore importanza. Durante la stagione anche qualche 2001, attualmente nella rosa Under 17, salirà in Berretti qualora dovessero meritarlo.” 

Piero Vetrone

Iscriviti al canale Telegram di ForzAzzurri