Pubblicato il: 30 Ottobre 2019 alle 5:01 pm

Il Roma – Hamsik lo slovacco diventato napoletano: al San Paolo, finalmente il saluto che merita! Sorpresa ADL…

Marek Hamsik al San Paolo per ricevere il saluto che merita!

Questa sera al San Paolo per Napoli-Atalanta sarà presente l’ex capitano azzurro Marek Hamsik, l’occasione per ricevere il caloroso abbraccio dai tifosi che continuano ad amarlo. A tale riguardo, ecco quanto si legge sul quotidiano Il Roma:

Paradossalmente nell’ultima partita di Marek Hamsik da capitano del Napoli al San Paolo, lo scorso febbraio contro la Sampdoria, a Fuorigrotta è stato registrato il record negativo di spettatori in stagione. A salutare – si fa per dire, visto come s’è consumato l’addio – lo slovacco pochi intimi, che potettero godersi lo spettacolo e soprattutto l’ultimo passaggio di pregevolissima fattura griffato dal numero 17, che come spesso accade anche in quel caso strappò applausi ai tifosi che l’hanno tanto amato e continuano a farlo. La sua partenza era cosa scontata già da diversi giorni ormai e, quand’è diventato ufficiale, ha decretato un buco nella rosa e nel cuore di tutto il popolo napoletano. Marek è stato il re, l’uomo a cui ispirarsi, lo zio a cui dedicare il nome del proprio bambino. E adesso è arrivato il momento che quell’ex bambino, migrato in Cina, ritrovi la sua gente.

L’UOMO DEI RECORD. Se dovessimo ideare un documentario sulla vita di Hamsik, il titolo non potrebbe che essere questo. Lo slovacco, diventato poi napoletano, in dodici stagioni all’ombra del Vesuvio è diventato il calciatore più importante – per i numeri – nella storia del club. Marek, con le sue 520 presenze e i suoi 121 gol, è storia per Napoli e il Napoli. Nessuno ha giocato più volte con l’azzurro addosso, nessuno ha segnato di più con quella maglia, neanche Dries Mertens che gli ha pubblicamente lanciato il guanto di sfida. Neanche Maradona. Nei cuori della gente, forse solo Diego ha un posto migliore rispetto a Marek. Gli è mancato solo lo scudetto, l’ha sfiorato, gli è stato scippato. Era la ciliegina che avrebbe coronato un legame indissolubile. A fine carriera, con un campionato in Cina alle spalle, Hamsik stasera tornerà al San Paolo, pronto a riaccoglierlo a braccia aperte. LA

LA SERATA. Moglie, figli e amici al seguito, l’ex capitano partenopeo così si ripresenterà a Fuorigrotta. Prima di Napoli-Atalanta, una capatina negli spogliatoi. Nei suoi spogliatoi. Non sta più nella pelle, chissà se riuscirà a trattenere l’emozione. Rivedrà i suoi vecchi compagni, quelli con cui ha battagliato in lungo e in largo, sempre al massimo. Li caricherà, come faceva quando indossava la fascia ereditata da Insigne. Proverà a riprendere il Napoli per mano anche adesso che non ne fa più parte sulla carta. Farà un tentativo, perché vuole che il Napoli sia di nuovo grande anche in campionato. Dopo il saluto ai ragazzi, le pulsazioni si faranno più forti. E’ in fase d’allestimento un cerimoniale, De Laurentiis gli sta preparando una sorpresa. Perché Marek merita di essere salutato come si deve, non come (non) è stato fatto a tempo debito.

 

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI CLICCA QUI

 

Koulibaly: “Ghoulam è come un fratello, introverso bisogna dargli tempo! Pallone d’Oro? Che orgoglio! Su Ounas…”

 

UFFICIALE – Roma- Napoli, biglietti in vendita: divieto ai residenti in Provincia di Napoli. I dettagli

 

UFFICIALE – Villa Stuart, Malcuit intervento perfettamente riuscito: ricostruzione del legamento crociato

Rapina Villa Marchisio, tutti i dettagli dell’accaduto

Sky Sport, Napoli-Atalanta: emergenza difesa, Ancelotti punta su Luperto. La probabile formazione

Gazzetta: “Crisi Lozano? Forse nel Napoli patisce la sovrapposizione con Insigne e Mertens “

Napoli, parla Insigne: “Per questa maglia mi farei ammazzare”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *