Pubblicato il: 10 Settembre 2015 alle 1:45 pm

Il San Paolo rischia la chiusura

record

Il tempo è finito, Big Ben ha detto stop. Non saranno tollerati altri ritardi, altre manchevolezze: il San Paolo potrà essere anche chiuso se non verranno adottati tutti quei provvedimenti che finora sono mancati e che sono invece essenziali ai fini del mantenimento delle misure minime di sicurezza. Potrà essere chiuso in parte oppure potrà essere vietato ad alcune frange della tifoseria, secondo le indicazioni che arriveranno dalle forze di polizia. La palla non è più nella mani, appunto, delle forze di polizia ma del Comune e della Società: tocca a loro assumere gli impegni richiesti. Si è irrigidito il prefetto di Napoli Gerarda Pantalone.

È molto contrariata, è stufa di continuare a ricevere le comunicazioni che puntualmente – praticamente ogni settimana – le invia il questore Guido Marino circa la necessità di adottare idonee misure di sicurezza, dalle telecamere ai tornelli. Irrigidita ma anche obbligata: dopo tutto quello che è successo allo stadio, ma in considerazione anche del clima pesante che c’è in città con ripercussioni nel mondo della tifoseria, ha deciso di convocare una riunione del comitato provinciale dell’ordine e della sicurezza pubblica. Alla riunione sono stati convocati a partecipare anche il sindaco di Napoli Luigi De Magistris e il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis. Convocati, non invitati. Non potranno sfuggire, devono esporre le loro idee, devono dire che cosa intendono fare. È un’accelerazione quella della prefettura. Il comitato provinciale è il luogo di massimo confronto ed elaborazione di strategie nel settore dell’ordine pubblico, soprattutto per quanto riguarda la prevenzione.

La Pantalone su questo punto è quasi maniacale. È un prefetto che nella sua carriera si è interessata spesso, per i ruoli ricoperti al Ministero dell’Interno e alla Presidenza del Consiglio, della polizia di prevenzione. Vuole essere informata di tutto, delle criticità presenti e future.

Fonte:IlMattino

Antimo Panfilo

Antimo Panfilo

Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere cosi come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un opera di teatro, che non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita prima che l’opera finisca senza applausi…

View all posts by Antimo Panfilo →