L’altra partita – Il Napoli continua a volare, sul Sassuolo si abbatte l’uragano Osimhen

Napoli Sassuolo

Napoli-Sassuolo, l’altra partita

Anche questa volta il Napoli passa, battendo il Sassuolo per 4-0 e continuando la striscia di vittorie consecutive tra campionato e Champions che ora sono 13. Spalletti ha creato una macchina perfetta, dove ognuno sa dove stare e cosa fare. Contro i neroverdi abbiamo assistito ad un nuovo capitolo dello “Spallettismo”, movimento che presto potrà contare su numerosi seguaci amanti dell’estetica calcistica. Tornando alla scorsa gara, gli azzurri ancora una volta si sono superati mantenendo la media di ormai 3 realizzazioni a partita. Le luci della ribalta sondo tutte per Victor Osimhen, che sabato ha realizzato la prima tripletta in maglia azzurra. La gara si sblocca subito, quando il 9 azzurro stoppa un pallone andando contro le leggi della fisica e mette in rete il vantaggio partenopeo. Poco dopo Mario Rui ricorda a tutti perchè viene chiamato maestro, tiro di destro a giro che si stampa sulla traversa con la deviazione decisiva di Consigli. Fosse stato goal, poteva anche togliersi la maglia, farsi un intero giro di campo e poi rifugiarsi negli spogliatoi. Poi Kvara decide che è arrivato il suo momento, super finta e assist per il buon Victor che la spedisce in rete. Voci di corridoio dicono che Frattesi è ancora li che cerca di capire cosa sia successo. Lo stesso georgiano raccoglie l’ennesimo assist del maestro Rui, stop perfetto e Consigli è di nuovo battuto. Termina la prima frazione di gioco.

La Ripresa

Secondo tempo che inizia in maniera meno frenetica, il Napoli evita di andare a pressare anche le mosche presenti al Maradona e il Sassuolo ne approfitta. Meret dice più volte di no alle offensive neroverdi, chiarendo che non vuole subire goal e ogni tentativo di violare la sua porta risulterà invano. Il portiere friulano è l’emblema di questo Napoli, fino ad agosto sballottato a destra e sinistra e oggi al netto di un piccolo “infortunio” sta dimostrando sicurezza. La gara scivola via senza ulteriori affanni, poi all’improvviso Osimhen fa tripletta e chiude il sabato in bellezza. Tra i presenti giura che anche al triplice fischio finale, c’era qualche azzurro che ancora correva. State of mind!

Fonte immagine in evidenza: sscnapoli.it

Elio Di Napoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.