Le pagelle (o quasi) di Napoli-Sampdoria

Reina – 6,5 – Partita di ordinaria amministrazione quella dello spagnolo. Non ha colpe sul gol subito. Il mezzo punto in più per la parata decisiva su Muriel nel secondo tempo.

Hysaj – 6 – Un primo tempo non all’altezza quello dell’albanese. Troppi errori nel fraseggio stretto e percussioni che il più delle volte non portano a nulla di concreto. Nel secondo tempo torna ad essere quello di sempre guadagnandosi la sufficienza piena.

Tonelli – 7 – Esordio da brividi quello del difensore toscano. Segna il gol vittoria al 95′  e fa letteralmente venir giù il San Paolo. Fino a quel momento aveva giocato una partita lineare, senza particolari intoppi. Il gol lo candida a diventare nuovo idolo dei tifosi.

Chiriches – 5,5 – Prestazione non impeccabile. Troppe volte cincischia col pallone fra i piedi creando anche qualche grattacapo ai compagni di reparto. Sul gol della Samp si lascia sfuggire con troppa facilità Schick.

Strinic – 7 – Sicuramente il migliore per il Napoli. Non fa assolutamente rimpiangere l’assenza di Ghoulam sfoderando una grandissima prestazione.

Allan – 5 – Gara opaca quella del brasiliano. Nel primo tempo perde troppi palloni in mediana e non riesce mai a dare un contributo positivo in fase di costruzione. Al 15′ del secondo tempo lascia il posto a Zielinski.

Jorginho – 5 – Non sembra proprio il calciatore dello scorso anno, e cioè, quello che aveva una percentuale altissima di passaggi riusciti. L’italo-brasiliano, in questa stagione, fa una fatica enorme a prendere per mano la squadra dettando tempi e geometrie. Sarà la concorrenza del giovane e promettente Diawara a renderlo poco sereno?

Hamsik – 6,5 – Un primo tempo non proprio impeccabile quello del capitano. Nel secondo tempo, invece, grazie anche all’ingresso di Zielinski, prende fiducia e inizia a giocare come sa fare. Non c’è niente da fare, quando Marek gira inevitabilmente inizia a girare tutta la squadra.

Callejon – 6 – Come il resto dei compagni non disputa un gran primo tempo. Nella seconda frazione, invece, scende in campo più convinto e i suoi tagli creano non pochi problemi alla retroguardia blucerchiata.

Mertens – 6 – Il folletto belga ci ha provato in tutti i modi a impensierire Puggioni, ma senza fortuna. Ad ogni modo, i suoi movimenti mettono sempre in difficoltà i difensori della Samp che, sovente, sono costretti a ricorrere al fallo per fermarlo.

Insigne – 6 – Anche per lui un primo tempo senza infamia e senza lode. In alcuni frangenti cerca la soluzione personale senza trovare la porta. Nel secondo tempo cresce in intensità e numero di giocate.

Zielinski – 7 – Rileva un impalpabile Allan e, in soli 35 minuti, riesce a incidere fortemente sulla partita e sul rendimento della propria squadra.

Gabbiadini – 6,5 – Entra al posto di Jorginho e sigla il gol del pareggio. Prova la conclusione in altre occasioni senza grossa fortuna. Siamo proprio sicuri di volerci privare di questo ragazzo?