Marco Bellinazzo: “Ecco tutte le cifre del calciomercato. Male l’Italia, bene il Napoli”

 
 
   

CALCIOMERCATO 0209Marco Bellinazzo, giornalista de Il Sole 24 Ore, è intervenuto a Teleclubitalia parlando dell’aspetto economico del calciomercato: “C’è da ammettere che il Napoli è l’unico club ad aver investito e speso dei soldi. Quello generale italiano è stato veramente scadente. Ormai il nostro è diventato un mercato di esportazione, lasciamo partire i talenti e prendiamo le vecchie glorie, un po’ come succedeva per il campionato americano. Questa è l’ennesima dimostrazione di quanto tutto stia cambiando in negativo”.

Nell’anno 2014, in tutto il Mondo, sono stati registrati 13.090 trasferimenti effettuati nelle finestre di calciomercato superando quota 3,5 miliardi di euro, segnando un nuovo record di spesa. È quanto risulta dal Global Transfer Market Report presentato da Fifa TMS, analisi sul mercato calcistico nell’anno da poco conclusosi, dalla quale l’Europa si conferma essere la principale area per affari legati al calciomercato. Il 58% dei movimenti di mercato infatti riguardano infatti club del Vecchio Continente dove Inghilterra e Spagna segnano due record per il 2014, risultando essere rispettivamente la nazione con la maggiore spesa e col maggior guadagno da operazioni di compravendita dei giocatori.

In Italia si è svolto solo il 7,5% dei movimenti di mercato, con un calo nMERCATO: ORE DECISIVE PER ETO'O ALLA SAMPDORIAotevole del monte trasferimenti complessivo, sceso a 269 milioni di euro. Un calo che sfiora il 40% rispetto al 2013, dato che simboleggia ancor di più la crisi attraversata dal calcio italiano nell’ultimo periodo. L’Italia è però al secondo posto tra le nazioni che hanno speso di più per gli intermediari, con 32 milioni di euro nel 2014. Tuttavia, anche in questo caso si tratta di una cifra in ribasso rispetto al 2013, quando le spese per gli intermediari ammontavano a 39 milioni di euro.

L’età media dei giocatori coinvolti in trasferimenti durante l’anno è stata di 25 anni e 6 mesi. L’età media dei giocatori arrivati in Italia (E’to a parte)  è di 22 anni e 10 mesi, la più bassa tra quelle delle principali leghe europee sperando che questo dato aiuti il calcio italiano a crescere in competitività nei prossimi anni.

Fonte: Sole24ore

Iscriviti al canale Telegram di ForzAzzurri

   
 
Massimo Avino

About Massimo Avino

"La prossima volta voglio nascere a Napoli ed essere napoletano a tutti gli effetti" (Lucio Dalla)