Milan-Napoli 0-0, le pagelle: Malcuit si conferma, Zielinski in crescita. Deludono troppi azzurri

 
 
   

Milan-Napoli 0-0, le pagelle:

MILAN-NAPOLI 0-0 PAGELLE:

David OSPINA 6,5 – Il salvataggio con riflesso felino su Musacchio nella ripresa vale quasi quanto un gol. Sempre attento quando viene chiamato in causa. Regala sicurezza al reparto.

Kevin MALCUIT 7 – Çalhanoglu, Paquetá e Borini dalla sua parte non passano. Una fase difensiva impeccabile e diverse sortite offensive condite da altrettanti cross.

Raul ALBIOL 5,5 – Qualche scivolone che poteva costare caro. Rischia anche di regalare un gol a Kessié e si fa ammonire.

Kalidou KOULIBALY 7 – Torna dopo un mese ma è come se non si fosse mai fermato. Domina e sovrasta e nel finale nega il gol al debutto a Piatek.

Mario RUI 5,5 – Meglio in fase difensiva dove si contraddistingue con un paio di buone chiusure. Impreciso, invece, in fase di spinta. Esce con polemica (dal 72′ Faouzi GHOULAM 6 – In 20 minuti regala energie in spinta e qualità al cross).

Leggi anche: Top&Flop, il migliore ed il peggiore azzurro in Milan-Napoli

José Maria CALLEJON 6 – Sfiora subito il gol del vantaggio col solito taglio ed è spesso pericoloso. Ma soffre anche lui di poca incisività sotto porta.

Fabian RUIZ 5,5 – Non esaltante e dominante come contro la Lazio. Si fa scappare qualche avversario alle spalle e nel finale è ‘vittima’ di una svista di Doveri che gli costa l’espulsione.

Piotr ZIELINSKI 6,5 – Nel primo tempo agisce al centro della mediana, dove mostra lacune. Meglio nella ripresa, quando Ancelotti passa al 4-3-3, e arriva più volte alla conclusione. In crescita.

Lorenzo INSIGNE 5,5 – Non sembra ancora al meglio anche se tra gli attaccanti risulta il più attivo. Insidioso quando avanza palla al piede ma mai veramente pericoloso (dall’88’ Adam OUNAS s.v.)

Dries MERTENS 5 – Spettatore non pagante per i primi 45 minuti, poi cerca di svegliarsi nella ripresa, quando parte da destra, ma non lascia il segno (dall’80’ Simone VERDI s.v.)

Arek MILIK 5,5 – Come Mertens, impalpabile per tutto il primo tempo. Meglio nella ripresa, quando arriva anche ad un paio di conclusioni, ma sciupa la palla del vantaggio.

Iscriviti al canale Telegram di ForzAzzurri

   
 
Carmine Gallucci

About Carmine Gallucci

360 gradi è l'angolazione minima con cui osservo il mondo. Twitter: @CarmineGallucci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *