Napoli-Granada, Gattuso: “Tutta colpa mia, non dei ragazzi. Preso il solito goal da polli”

Gattuso

Napoli-Granada, le parole di Gattuso a fine partita

Al termine di Napoli-Granda, l’allenatore azzurro Gennaro Gattuso ha rilasciato delle dichiarazioni ai microfoni di Sky Sport. Ecco quanto dichiarato:

“Non è mancato nulla. Abbiamo preso un gol assurdo anche oggi, dopo un tiro che è rimpallato. Dobbiamo essere orgogliosi e rammaricati. Anche con dieci giorni nelle due partite abbiamo dimostrato di avere qualcosa in più di loro. Chi ci rappresenta si deve far rispettare un po’ di più perché in questi giorni ne ho viste di cotte di crude. Se una squadra italiana si permette di fare quello che ha fatto oggi il Granada secondo me usciamo su tutte le pagine di giornali. Nel primo tempo abbiamo giocato 16-17 minuti di tempo effettivo, nel secondo tempo non vi dico. Penso che bisogni avere un po’ di rispetto e farsi rispettare. L’arbitro va là e ci fa giocare, non si può perdere tre minuti ogni volta. Se lo fa un’italiana viene massacrata su tutti i giornali,  si è giocato veramente poco. Abbiamo rischiato qualcosina in più, ce la siamo giocata una contro uno in difesa. In questo momento bisogna recuperare energie, lavorare sull’entusiasmo e ritrovare il nostro gioco. Oggi abbiamo speso tanto. Fra due giorni abbiamo un’altra partita e bisogna continuare ad aspettare chi rientrerà. La squadra deve stare tranquilla. Qua la gente deve rompere le scatole al sottoscritto, i giocatori vanno lasciati tranquilli. Le scelte di giocare a tre o a quattro le faccio io, sono il primo responsabile. E’ una maglia pesante, i calciatori già si stanno giocando qualcosa di importante. Lavorare sarà importante per noi, è da mesi che non lo facciamo. Bisogna stare tranquilli e dare qualcosina in più tutti quanti, ma il responsabile sono io.”

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI CLICCA QUI

Napoli-Granada, Zielinski: “Dispiace per l’eliminazione, ora tutto sul campionato”

Napoli, a fine stagione Gattuso andrà via: i nomi dei possibili successori

CONTENUTI EXTRA FIRST RADIO WEB

Venezia con l’acqua bassa, canali a secco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *