Napoli-Juventus, Spalletti: “Grande reazione, costruzione da migliorare”

spalletti napoli juventus

Luciano Spalletti commenta la vittoria del Napoli contro la Juventus.

Luciano Spalletti rilascia delle dichiarazioni ai microfoni di Dazn al termine di Napoli-Juventus.

“Alla fine del primo tempo dovevamo fare qualcosa ed è stata fondamentale la reazione dei calciatori. Se non reagisci non cambia nulla.. Nel secondo tempo abbiamo messo questo trequartista in più, Ounas, e ci siamo sbloccati. Eravamo sotto pressione ed abbiamo fatto degli errori, ma questo anche la Juventus.”

Su Koulibaly afferma:

Koulibaly ha sempre 2-3 punti in più degli altri. Passa sempre davanti a tutto e ha questa forza di essere veramente il leader di una squadra. Ha personalità e spessore, è davvero un grande uomo.”

Sugli obiettivi afferma:

“Siamo quello che si fa. Ho degli obiettivi anche io, come vincere la Champions League, ma bisogna prima andarci, per ora non ci gioco. Ho trovato una squadra che vuole il confronto, vuole andare a giocare. A fine primo tempo bisognava sforzarsi e lo hanno fatto. Siamo riusciti a dar fastidio alla Juventus. Ma noi dobbiamo fare meglio di così. La squadra ha meritato di vincere, ma va sempre migliorata.”

Infine, sul percorso fatto fino ad ora:

“Anche se molti giocatori li ho conosciuti tardi adesso sono tutti qui, aver acquistato Anguissa è fondamentale perché ci completa.Ogni tanto è normale andare in confusione e ci si perde in nulla. Poi ci sono tante note positive, come Ospina che fa una gran parata su Kulusevski. Andando a fare delle scelte coi portieri rischi di penalizzare qualcuno, invece lui anziché abbassare ha fatto il professionista, si è impegnato in allenamento, si è messo a sostegno dei compagni. Ho davvero un gruppo eccezionale, bellissimo.”

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI CLICCA QUI

SSC Napoli: “Rimonta strepitosa, la madre di tutte le sfide è azzurra”

Napoli-Juventus, Allegri: “Abbiamo giocato bene, c’è tempo per recuperare”

CONTENUTI EXTRA FIRST RADIO WEB

Scuola: Cisl, alcuni ritardi, presidi nel limbo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.