Napoli-Verona 1-1, finisce una stagione stracolma di rimpianti

napoli verona
   

Finisce qui la stagione del Napoli 2020/2021, al Maradona termina 1-1 contro il Verona.

Napoli e Verona si dividono inutilmente la posta.

Primo tempo

Nel corso del primo tempo si contano troppi errori di misura da parte di Insigne, Zielinski e Fabian Ruiz, coloro che di fatto sono il collante del gioco del Napoli. L’ansia di passare in vantaggio oscura le capacità dei singoli. Il Verona, come non accadeva da oltre un mese e mezzo, sta facendo il Verona, appare dunque una squadra concentrata ed aggressiva. Sono pochissimi gli spazi a disposizione del Napoli e, complice un Di Lorenzo in serata no, sull’out di sinistra gli scaligeri costruiscono bene e diventano più volte pericolosi. È l’ex di turno Rrahmani, insieme a Manolas, ad evitare il peggio per il Napoli. Alla fine del primo tempo, a causa del triplo vantaggio bianconero e del vantaggio del Milan a Bergamo, gli azzurri sono quindi in classifica e fuori dalla Champions League.

Secondo tempo

La seconda frazione comincia sulla falsa riga della prima, Napoli contratto e frenetico nella costruzione della manovra., gli azzurri non riescono a rendersi pericolosi. Non è un caso che il gol del momentaneo vantaggio arrivi dagli sviluppi di un calcio d’angolo. Il pallone carambola tra i piedi dell’ex Rrahmani che, a due metri dalla porta, non fallisce il bersaglio. Il vantaggio ed il momentaneo secondo posto in classifica con relativo accesso alla Champions durano pochi minuti a causa della dormita difensiva di Hysaj. L’albanese si lascia scappare Faraoni su un improbabile lancio lungo, il laterale entra in area ed indovina l’angolino alla destra di Meret. Il numero uno azzurro la tocca ma non basta. L’azione più eclatante arriva ancora una volta da palla ferma, l’azione più nitida si conclude con la difesa ospire che respinge il tiro a botta sicura, dalla stessa mattonella di Rrahmani, di Bakayoko, autore di una pessima partita. Gattuso le prova tutte, chiude il match con 5 attaccanti: Insigne, Mertens, Osimhen, Petagna e Politano, entrato troppo tardi per un opaco Lozano. Nulla da fare per gli azzurri, la cavalcata Champions è fallita.

Mario Scala

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI CLICCA QUI

Moggi mercato panchine: “Gattuso ha accettato la Lazio: ADL, regala Allegri ai tifosi con la Champions”

UFFICIALE – Cambia il quarto uomo in Napoli-Verona: sostituito Forneau con Dionisi

CONTENUTI EXTRA FIRST RADIO WEB

Si ferma la colata di lava del vulcano Nyiragongo, in Cong

Mario Scala

Il grande giornalista pone le domande giuste per far emergere ciò che altrimenti resterebbe nascosto.

View all posts by Mario Scala →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *