P. Prestisimone (giornalista): “L’esordio di Strinic mi sembra forzato, l’occhio di falco è un passo avanti”

STRINIC 0029PAOLO PRESTISIMONE, giornalista editorialista del Roma, ex Giorno e CNN, è intervenuto a “NAPOLI MAGAZINE”, trasmissione radiofonica dedicata al Calcio Napoli, che approfondisce i tempi proposti sul web da NapoliMagazine.Com, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 14.30 alle 16.00, su Radio Punto Zero, condotto da Michele Sibilla e Antonio Petrazzuolo. Ecco quanto ha affermato: “Purtroppo c’è poco da dire sull’operato di Tagliavento, al di là delle difficoltà oggettive con le quali convivono gli arbitri oggi. Purtroppo, in Italia, è l’interpretazione che difetta più delle norme spesso e volentieri caotiche e difficili. L’introduzione dell’occhio di falco per i gol-non-gol è un grande passo avanti, anche perché è difficile pensare a qualche altra applicazione della tecnologia su un campo di calcio. Certo, se fosse possibile sperimentare qualcosa sul fuorigioco non sarebbe male, anche se le norme sono e restano il punto debole. Lo stadio contro la Juventus ha lasciato tutti a bocca aperta e con gli occhi lucidi e sono sempre più convinto che solo a Napoli possono accadere certe cose. Insieme al flash mob di Piazza Plebiscito sono stati dei momenti di passione e amore unici e credo che per quanto riguarda la stagione degli azzurri, sia stato il prepartita più bello ed emozionante ed avrebbe meritato miglior partita e, soprattutto, miglior risultato. La partita contro il Torino non fa testo per avere conferma della forza della Lazio che è squadra in grande forma, sia fisica che mentale e che può far male anche al Napoli. L’esordio di Strinic mi sembra un po’ forzato perché altrimenti si deve adattare Mesto. L’unica incognita del croato è la condizione fisica non ottimale”.

Fabio Sorrentino

Il Napoli è la mia unica fede

View all posts by Fabio Sorrentino →