Palmeri: “A Napoli sembra che la squadra debba sempre convincere i tifosi”

Secondo il giornalista sportivo a Napoli la squadra subirebbe troppa pressione da parte dei tifosi

Tancredi Palmeri, giornalista sportivo, ha rilasciato delle dichiarazioni a Radio Marte nel corso della trasmissione “Si gonfia la rete”.  Nel suo intervento ha parlato della corsa Scudetto e del Napoli.

Queste le sue parole:

“Scudetto? Pensare al Milan che non batte il Bologna è difficile, certo hanno pareggiato con la Salernitana. Io comunque non riesco a pensare alla Juventus che ne scavalca 3 in un botto. Una base di gioco una squadra che vuole vincere lo Scudetto deve avercela ma la Juve quest’anno non ce l’ha. Ovviamente tutto è possibile ma nel dare le percentuali quelle della Juventus sono di accademia.

Il Milan ha un entusiasmo che il Napoli non ha. A Napoli sembra sempre che la squadra debba convincere i tifosi, questo con il Milan non avviene. Se il Napoli vince contro l’Atalanta si autoconvince bene. Il Napoli è andato male con le piccole, sembra sempre che debba fare uno sforzo per dimostrare qualcosa ai suoi. Questo turno è strafarevole al Milan ma se rimani a 3 punti poi il Milan nelle ultime 4 partite ha gare toste. Ognuno è padrone del suo destino ma è tutto possibile.

Atalanta-Napoli? L’Atalanta è in emergenza costante, si sono ridotte, certo al Napoli manca Osimhen. Sia Gasperini che Spalletti stanno arretrando un pochino il raggio d’azione per proteggersi meglio, da Spalletti siamo abituati mentre per Gasperini è una novità. Io penso che entrambi non vorranno concedere, anche perché l’Atalanta andrà a Lipsia. Le squadre non si aprirano, non sarà una gara spettacolosa come negli ultimi anni. Si tratta di una partita più di concentrazione che di gioco costruito e arieggiato”.

 

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI  CLICCA QUI

De Maggio: “Ecco chi sarà decisivo in Atalanta-Napoli”

QUESTIONE DI MODULI – Atalanta-Napoli, previsione tattica e probabili formazioni

CONTENUTI EXTRA FIRST RADIO WEB

Covid, stop allo stato di emergenza. Da domani meno abblighi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.