PRIMAVERA NAPOLI- Primo tempo 1-1, nella ripresa l’Ascoli è insaziabile

Virgilio
   

Primavera Napoli: gli azzurrini di mister Saurini hanno pareggiato nello scorso turno di campionato 0-0 in casa contro il Crotone

Da poche ore presso il centro sportivo di Sant’Egidio alla Vibrata è terminata la gara Ascoli-Napoli, valida per la 17° giornata del campionato Primavera. Alla vigilia del match le due compagini non occupavano la zona alta della classifica e per questa ragione necessitavano di punti preziosi.

In casa marchigiana Di Mascio manda in campo dal primo minuto la coppia d’attacco Orsolini-Manari supportata da Petrarulo e Parlati, mentre tra i pali D’Egidio è il titolare con davanti a lui in difesa capitan Quaranta.

Mister Giampaolo Saurini risponde piazzando al centro della difesa Granata, Palumbo e D’Ignazio vanno a presidiare le fasce, a centrocampo fiducia a Gerry De Simone e Diego Acunzo, in avanti ci sono Negro e Carcatella con Luise e Ferraro a supporto.

Cronaca del match.

Pronti via e al 4′ i marchigiani sono già in vantaggio con Parlati che batte il portiere Gionta, ma il Napoli reagisce con Carcatella il quale, approfittando di un errore difensivo dei padroni di casa, s’impossessa della sfera, ma la sua conclusione è deviata in corner. Tra il 20′ e il 26′ azzurri ancora pericolosi con Carcatella e De Simone, ma in entrambe le occasioni le conclusioni sono imprecise. I ragazzi di Saurini non ci stanno e continuano a crederci, nei minuti finali della prima frazione di gioco Ferraro su calcio di punizione riacciuffa il pareggio.

Il secondo tempo vede l’Ascoli protagonista sin dai primi minuti. Al 50′, infatti, i marchigiani si riportano in vantaggio con Riccardo Orsolini bravo a colpire di testa su cross proveniente dalla fascia destra. Bello il gol dell’attaccante classe ’97, “Orso” per gli amici, che ha iniziato a muovere i primi passi nel settore giovanile ascolano già dall’età di 8 anni. A metà della ripresa i bianconeri realizzano il tris con un’azione fotocopia del gol precedente, anche se stavolta è Petrarulo a battere di testa il portiere azzurro Gionta.

Il Napoli, dopo un buon primo tempo, si smarrisce. Gli azzurrini, tuttavia, provano a riaprire il match con Carcatella che tenta una conclusione dalla distanza “rabbiosa”, ma la sfera termina di poco alta. Dopo qualche minuto da registrare uno scontro di gioco in area ascolana, il Napoli chiede il penalty, ma l’arbitro non è dello stesso avviso e lascia proseguire il gioco. A pochi minuti dalla fine “cala definitivamente il sipario per gli azzurrini in quanto Parlati chiude i giochi siglando il 4-1 finale per l’Ascoli.

Termina  così la gara col punteggio di 4-1 per i padroni di casa. Il Napoli è stato in partita solo nel primo tempo in cui, una volta in svantaggio, è riuscito a raddrizzare l’incontro. Nella ripresa però i marchigiani hanno avuto una marcia in più dominando la gara in lungo e in largo.

Con questi tre punti i ragazzi di mister Di Mascio salgono a 22 punti, mentre i partenopei restano fermi a quota 15 e dovranno riscattarsi nel prossimo turno in casa contro l’ Empoli.

Formazioni iniziali della gara

Formazione ASCOLI: D’Egidio; Busti, Quaranta, Perri; Fazzini, Canini, De Angelis, Orsolini, Parlati, Petrarulo, Manari. In panchina: Maltempi, Botta, Tomassetti, Capozzi, Di Sabato, Bartolini, Mancini, Giannantonio, Ciarcelluti, Bellini, Ferrari. Allenatore: Di Mascio

Formazione NAPOLI: Gionta, Palumbo, Granata, D’Ignazio, Donnarumma; G. De Simone,  Acunzo; Luise, Ferraro, Negro, Carcatella. In panchina:  Ferrara, Esposito, Milanese, Piacente, Spavone, Cioffi, Procida, Tammaro. Allenatore Saurini

Pierderigi Vetrone