QUESTIONE DI MODULI – Chievo-Napoli è incudine contro martello

   
questione di moduli
   

Dopo l’andata valevole per i quarti di finale di Europa League, gli azzurri incontrano in trasferta il fanalino di coda del campionato, il Chievo Verona.

Il Chievo di Di Carlo

Dopo l’esonero dell’ottobre 2012, Mimmo Di Carlo è tornato sulla panchina clivense per sostituire Giampiero Ventura lo scorso novembre. Il tecnico ex Novara schiera i suoi uomini con lo stesso modulo del Napoli, il 4-4-2. In porta il napoletano Sorrentino. A destra in difesa De Paoli, leggermente adattato, al centro Andreolli verrà affiancato  da Cesar (in ballottaggio con Frey), terzino sinistro confermato Barba. Centrocampo a rombo con Leris, Dioussè, Hetemaj e l’ex Giaccherini. In attacco l’unico a sapersi titolare è Vignato, mentre a scalpitare è Stepinski, in vantaggio su Pellissier e Meggiorini.

Similmente a ciò che esprime il Napoli, anche Di Carlo preferisce tenere i terzini alti e sarà soprattutto De Paolo a cercare di guadagnare il fondo. Giaccherini avrà libertà di manovra su tutto il fronte d’attacco e, con le sovrapposizioni dei mediani, cercherà di creare lo spazio per servire palla. L’impiego di De Paoli lascia pensare che a gara in corso, il Chievo possa passare al 3-5-2 per dare maggiore densità a centrocampo.

Il Napoli di Ancelotti

Reduce dalla trasferta di Europa League a Londra, il Napoli è rimasto in ritiro a Verona per concentrarsi sul campionato, il fine è quello di non perdere terreno e continuare l’opera di consolidamento del secondo posto. Vincere aiuta a vincere, centrare l’obiettivo a Verona è psicologicamente vitale per centrare l’impresa contro l’Arsenal al San Paolo. Consueto 4-4-2 per Carlo Ancelotti. Aperto il ballottaggio per la porta ma Meret sembra essere ancora favorito su Ospina. Ampio turnover in vista della gara di ritorno. Difesa a 4 con Malcuit, Luperto, Koulibaly e Ghoulam. Per il centrocampo Ounas, che farà rifiatare Callejon, Allan, Fabian Ruiz e Verdi. In attacco Milik è pronto per partire dal primo minuto mentre tra Mertens ed Insigne, è più probabile che giochi il capitano.

Sarà importante sbloccare la gara nei primi minuti ed indirizzarla subito verso la vittoria. Il Chievo è una squadra che sa soffrire e chiudersi molto bene. Gli uomini chiave saranno Verdi e Andreolli.

Mario Scala

 

Ti potrebbero interessare anche:

Pierpaolo Marino dice la sua per il mercato azzurro

VIDEO – Bufera social contro Insigne, ecco perchè

Iscriviti al canale Telegram di ForzAzzurri

   
 
Mario Scala

About Mario Scala

Sono nato a San Giorgio a Cremano(NA) il 19/11/1983. Ho frequentato l'ITIS Alessandro Volta e nel 2002 diventato perito informatico. Nel 2006 ho conseguito la laurea breve in "Scienze organizzative e gestionali ad indirizzo marittimo e navale". Risiedo attualmente in provincia di Massa Carrara. Fino a che avrò 36°C in corpo FORZA NAPOLI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *