QUESTIONE DI MODULI: Napoli-Cagliari, previsione tattica e probabili formazioni

tattica roma napoli
   

Il Napoli si prepara ad affrontare il Cagliari nel match casalingo allo stadio Diego Armando Maradona

Tattica Napoli-Cagliari – Domenica 26 settembre allo stadio Diego Armando Maradona, ore 20.45 andrà in scena Napoli-Cagliari, match valevole per la sesta giornata del campionato di Serie A 2021/2022. Il Napoli arriva dal secondo 4-0 consecutivo: dopo l’Udinese infatti è arrivato anche il poker alla Sampdoria, che ha fatto si che gli azzurri mantenessero la vetta della classifica con 15 punti. I Sardi Invece, dopo il cambio in panchina da Semplici a Mazzarri, siedono al penultimo posto in campionato, a soli due punti. “Questione di moduli” è la rubrica dedicata agli appassionati di lavagnette tattiche, moduli e sistemi di gioco.

Il Napoli di Spalletti

Gli uomini di Spalletti arrivano al match casalingo primi in classifica a 15 punti, Meret è tornato a disposizione e probabilmente si rivedrà dopo mesi di attesa Dries Mertens. Lasciando tra gli indisponibili: Demme, Lobotka e Ghoulam. La probabile formazione del Napoli è la seguente: NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Mario Rui; Fabian, Anguissa, Zielinski; Lozano, Osimhen, Insigne. 

Contro la Sampdoria gli azzurri sono andati subito in vantaggio con Osimhen, che pochi minuti prima si è divorato una rete quasi fatta a tu per tu con Audero. Dopo il vantaggio iniziale la Samp è venuta fuori e ha messo in seria difficolta gli azzurri che si sono aggrappati ai miracoli di Ospina, decisivo in più d’un occasione. In finale di primo tempo Fabian Ruiz segna il 2-0 e da li in poi è solo Napoli. Nel secondo tempo arrivano nel giro di pochi minuti il 3-0 di Osimhen, che completa la doppietta e la rete di Zielinski, dopo 59 minuti la gara è già chiusa.

Lo schieramento in campo è il solito, in fase di impostazione gli azzurri mantengono spesso il 4-3-3, ma portano in area anche 4 uomini, passando di fatto ad un momentaneo 4-2-4. In fase di non possesso invece si passa al 4-1-4-1 o 4-5-1 a linee molto serrate.

Il Cagliari di Mazzarri

Quella con l’Empoli è stata sicuramente una sconfitta meritata ma il Cagliari ha creato tanto e avrebbe sicuramente meritato di più. Si sono viste alcune cose interessanti. La probabile formazione dei sardi è la seguente: CAGLIARI (4-4-2): Cragno; Caceres, Godin, Carboni, Lykogiannis; Nandez, Marin, Strootman, Dalbert; Joao Pedro, Pavoletti.

In fase di non possesso il modulo passa dal 4-5-1 al 4-3-3, lo schieramento in fase di possesso invece è uno spregiudicato 3-2-5, con 4 uomini nell’area e uno appena fuori, decentrato in zona defilata pronto all’inserimento, inoltre il tiro da fuori è una soluzione provata spesso. Quando attaccano gli uomini di Mazzarri si rendono sempre pericolosi e trovano gli spazzi per impensierire le retroguardie avversarie, in difesa invece la squadra concede tanto.

Tattica Napoli-Cagliari

Osimhen non si ferma, dopo la doppietta alla Samp sono 5 i gol in stagione tra campionato ed Europa League. Mazzarri vorrà sicuramente tenerlo a bada ma dopo 5 giornate a punteggio pieno tutta la squadra azzurra, piena zeppa di grandissimi talenti potrebbe rivelarsi troppo per i rossoblu. Per la squadra di casa tra i più temibili c’è sicuramente Keita Balde, vecchia conoscenza del nostro campionato che ha anche colpito un palo contro l’Empoli. Con la sua velocità ed il suo fiuto per il gol può fare male.

Alessandro Santacroce

 

PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NAPOLI CLICCA QUI

Report allenamento SSC Napoli: esami neurologici negativi per Rrahmani, Lobotka terapie e palestra

Adani ufficializza il suo ingresso in RAI: “Commenterò i Mondiali 2022, a 90° Minuto”

CONTENUTI EXTRA FIRST RADIO WEB

Ema, a inizio ottobre parere su terza dose e richiami

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *