QUESTIONE DI MODULI – Napoli-Genoa, Kouamè contro Koulibaly

   
questione di moduli
   

Dopo la meritata sconfitta in casa dell’Empoli di Andreazzoli, gli azzurri tornano tra le mura amiche per la sfida contro il Genoa, si gioca domenica 7 aprile alle ore 20:30.

Il Genoa di Prandelli

L’allenatore bresciano siede sulla panchina dei grifoni dal dicembre 2018. Contro il Napoli metterà i suoi in campo con il 3-5-2. Radu tra i pali. I tre centrali: Biraschi, Gunter e Criscito. Centrocampo a 5, da destra: Sturaro (in vantaggio su Pereira), Lerager, Radovanovic, Bessa e Razovic. La coppia d’attacco sarà composta da Sanabria e Kouamè (in ballottaggio con Pandev e Lapadula). Da quando siede sulla panchina genoana, Cesare Prandelli è riuscito a garantire maggior copertura difensiva migliorando le statistiche sia di Yuric che di Ballardini. I punti forti del Genoa sono senza dubbio le qualità di Kouamè, veloce ed abile nel dribbling. In difesa vantano un calciatore di alta esperienza, anche internzionale come Criscito ed il portiere, Radu, che dopo un avvio di stagione non al top, è tornato ad essere più che affidabile. Di contro i grifoni non vantarsi di proporre un gioco aggressivo e fisico. Più testa che fisico per gli uomini guidati dall’ex ct della Nazionale italiana, un pò come il Napoli.

Il Napoli di Ancelotti

Gli azzurri scenderanno in campo con il 4-4-2 di stampo ancelottiano. Ospina torna disponibile ma giocherà ancora Meret. Difesa a 4 con Malcuit, Maksimovic, Koulibaly e Ghoulam, rientrato da Anversa. Centrocampo dei titolari: Callejon, Allan, Fabian Ruiz e Zielinski. In attacco è Mertens ad essere favorito su Insigne per fare coppia con Milik. Il Napoli deve ritrovare smalto, stimoli e concentrazione. La partita di Empoli ha dimostrato qual è il prezzo che si paga quando si gioca e ritmi blandi e con la spina staccata. Koulibaly torna nella consueta posizione e persino il veloce Kouamè non dovrebbe costituire un pericolo se il senegalese è in partita. Il Napoli troverà una robusta opposizione sulle fasce, potremmo vedere soluzioni per vie centrali e dalla distanza. Gli uomini chiave saranno Kouamè e Fabian Ruiz.

 Mario Scala

Leggi anche:

Le parole di Insigne: “Sto bene a Napoli, ma….”

Napoli-Genoa, le probabili formazioni

Napoli-Arsenal, la situazione biglietti

Iscriviti al canale Telegram di ForzAzzurri

   
 
Mario Scala

About Mario Scala

Sono nato a San Giorgio a Cremano(NA) il 19/11/1983. Ho frequentato l'ITIS Alessandro Volta e nel 2002 diventato perito informatico. Nel 2006 ho conseguito la laurea breve in "Scienze organizzative e gestionali ad indirizzo marittimo e navale". Risiedo attualmente in provincia di Massa Carrara. Fino a che avrò 36°C in corpo FORZA NAPOLI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *