Reza Parastesh – Il sosia di Messi denunciato dalle autorità iraniane.

 
 
Reza Parastesh
   

La vicenda è assurda. Stando a quanto riportato da Il Corriere dello Sport, l’iraniano Reza Parastesh, è stato denunciato per aver adescato 23 donne sfruttando ll’impressionante somiglianza con Leo Messi.

“L’iraniano Reza Parastesh è stato denunciato alle autorità dopo aver adescato numerose ragazze approfittando della grande somiglianza con il campione argentino”

Il fatto

“Il “falso Leo Messi” torna a far parlare di sé, questa volta non tanto per la sua conclamata somiglianza con il campione argentino quanto per alcune vicende a sfondo sessuale. Infatti, i media sudamericani riportano la notizia che il finto Messi, l’iraniano Reza Parastesh, è stato denunciato alle autorità per aver sedotto numerose donne al fine di poter ottenere incontri sessuali. Stando a quanto riportano i media argentini Parastesh avrebbe avuto rapporti sessuali con ben 23 donne fingendo di essere il vero Leo Messi.”

Somiglianza ricercata

“Due anni fa una sua foto con la maglia n° 10 del Barcellona divenne presto virale per l’estrema somiglianza con il campione argentino. A proporlo il padre del giovane iraniano che nel corso degli anni ha seguito lo stile della Pulce crescendosi la barba, proprio come l’argentino.”

Leggi ancora su ForzAzzurri:

Manolas al Napoli – Sciolto ogni nodo, domani si firma

Calcio Femminile – Effetto Mondiale, anche i top club puntano alle donne

Antonio Candela – Dalle giovanili dello Spezia all’Under 20, un predestinato

 

Iscriviti al canale Telegram di ForzAzzurri

   
 
Mario Scala

About Mario Scala

Sono nato a San Giorgio a Cremano(NA) il 19/11/1983. Ho frequentato l'ITIS Alessandro Volta e nel 2002 diventato perito informatico. Nel 2006 ho conseguito la laurea breve in "Scienze organizzative e gestionali ad indirizzo marittimo e navale". Risiedo attualmente in provincia di Massa Carrara. Fino a che avrò 36°C in corpo FORZA NAPOLI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *